LONDRA: AMBASCIATA ALLA RICERCA DI UN ADDETTO SCIENTIFICO

Londra: ambasciata alla ricerca di un addetto scientifico

ROMA\ aise\ - Scade il prossimo 1° febbraio (alle ore 18 - ora italiana) il termine per presentare la propria candidatura al posto di addetto scientifico all’Ambasciata italiana a Londra.
Il bando è aperto al personale dipendente da Pubbliche Amministrazioni, con profilo specialistico di preferenza nei settori di attività: scienze fisiche e matematiche e/o tecnologie digitali e/o scienze della vita e/o biotecnologie e/o aerospazio.
L’incarico ha una durata di due anni, rinnovabili entro un limite massimo di otto anni.
L’Esperto con funzioni di Addetto Scientifico – si legge nel bando – “è chiamato a partecipare alle attività di promozione integrata del Sistema Italia, sotto la guida dell’Ambasciatore d’Italia a Londra, e in particolare: a) promozione della scienza e tecnologia italiana; b) incentivazione di contatti tra enti di ricerca, istituti di alta formazione scientifica, mondo accademico italiano e britannico; c) partecipazione ed assistenza alle delegazioni italiane in visita nel Regno Unito; d) ricognizione e informativa su ricerca, sviluppo e innovazione nel Regno Unito; e) organizzazione di iniziative a carattere scientifico e tecnologico; f) promozione della mobilità di ricercatori e studiosi”.
Per partecipazione alla selezione occorre avere cittadinanza italiana e un’età compresa tra i 30 e i 65 anni; tra i requisiti richiesti anche essere dipendente di una Pubblica Amministrazione di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo n. 165/2001; conoscenza della lingua inglese con livello non inferiore a C1 del quadro comune europeo di conoscenza delle lingue straniere; un dottorato di ricerca o altro titolo equivalente conseguito presso università o istituti di istruzione universitaria in uno o più dei settori di competenza cui all’art.1, comma 2 (scienze fisiche e matematiche e/o tecnologie digitali e/o scienze della vita e/o biotecnologie e/o aerospazio) o almeno cinque anni di documentata esperienza professionale post laurea in Università, Organismi o centri di ricerca o altri Enti qualificati pubblici o privati, italiani o stranieri, con compiti prevalentemente di ricerca in uno o più dei settori di competenza cui all’art.1, comma 2.
Le candidature devono essere presentate, a pena di esclusione, esclusivamente per via telematica a questo link, inviando la propria manifestazione di interesse e motivazione corredata di curriculum vitae et studiorum in lingua italiana.
Il testo integrale del bando è disponibile qui. (aise) 

Newsletter
Archivi