NASCE L’ASSOCIAZIONE DEI RICERCATORI ITALIANI IN PORTOGALLO

NASCE L’ASSOCIAZIONE DEI RICERCATORI ITALIANI IN PORTOGALLO

LISBONA\ aise\ - Si chiama Ipazia l’Associazione degli scienziati e ricercatori italiani in Portogallo, nata ufficialmente nei giorni scorsi. Il nome è stato scelto in onore della scienziata Ipazia di Alessandria, matematica, filosofa e astronoma dell’antica Grecia.
Nella lista dei membri onorari, oltre all’ambasciatore italiano in Portogallo, Vanni d’Archirafi, c’è il professor Carlo Greco, direttore del Servizio di radio oncologia del Centro Clinico Champalimaud. I quindici membri del nucleo fondatore dell’associazione lavorano tutti in Portogallo, in importanti centri di studio e ricerca.
“La creazione di questo il primo nucleo di scienziati e ricercatori – spiega l’Ambasciata in una nota – mira a rafforzare i legami di collaborazione tra il mondo scientifico portoghese e italiano, facendoli dialogare sui temi più attuali e sull’interesse scientifico internazionale, individuando le opportunità che possono derivare dall’appartenenza all’Unione europea”.
Una iniziativa “importante”, ha sottolineato Vanni d’Archirafi, “per creare le basi di un impegno più organico tra la comunità scientifica italiana e portoghese”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi