“Nutrinform battery”: a Madrid un convegno promosso dall’Ambasciata

MADRID\ aise\ - Promosso dall'Ambasciata d'Italia in Spagna e da Federalimentare, di fronte ad un pubblico specializzato, si è tenuto oggi a Madrid un convegno di presentazione della “Nutrinform Battery e della sua App”. Nutrinform rappresenta un sistema di etichettatura frontale affidabile, obiettivo e non discriminatorio, approvato dai Ministeri italiani della Salute, dello Sviluppo Economico, dell’Agricoltura e degli Affari Esteri, che consente di salvaguardare la salute dei consumatori nonché i prodotti tipici della Dieta Mediterranea, promuovendo allo stesso tempo sane abitudini alimentari.
L’evento ha avuto lo scopo di illustrare le caratteristiche del sistema Nutrinform, assieme ad una APP da poco sviluppata che consente ad ogni consumatore di ricevere immediatamente sul proprio smartphone tutte le informazioni nutrizionali necessarie relative ad un determinato prodotto da acquistare.
Sono intervenuti nel convegno diversi esperti, tra cui il critico gastronomico Alberto Luchini, che ha svolto le funzioni di moderatore, il Professor Luca Piretta dell’Università Campus Bio-medico di Roma, la ricercatrice Daniela Martini dell’Università di Milano e il nutrizionista Rafael Moreno Rojas dell’Università di Cordoba, che hanno sviluppato tematiche di grande attualità, come l’educazione del consumatore e le modalità di etichettatura frontale adeguata e intelligente.
L’Ambasciatore Riccardo Guariglia, nell’intervenire in chiusura dell’evento, ha sottolineato "la rilevanza della proposta italiana, basata sulla centralità del consumatore e dei suoi diritti nonché sull’educazione al consumo responsabile e cosciente, al contrario di quanto avviene con il sistema del nutriscore", augurandosi, in particolare, che “la presentazione di oggi abbia potuto offrire spunti di riflessione alle persone, istituzioni ed aziende chiamate a prendere decisioni sull'etichettatura degli alimenti".
L'auspicio, ha sottolineato l'Ambasciatore, è che il seminario possa "aiutare anche a proteggere e portare avanti i principi fondanti che ispirano la dieta mediterranea, così centrale nell’alimentazione di Paesi come l’Italia e la Spagna”. (aise)