PECHINO: VIA ALLA RILEVAZIONE DELLE IMPRONTE DIGITALI PER I VISTI IN CINA

PECHINO: VIA ALLA RILEVAZIONE DELLE IMPRONTE DIGITALI PER I VISTI IN CINA

PECHINO\ aise\ - A partire dal quarto trimestre 2019, l’Ambasciata e i Consolati Generali della Cina in Italia avvieranno la rilevazione delle impronte digitali delle dieci dita di tutti i richiedenti il visto cinese. È quanto comunica l’Ambasciata d’Italia a Pechino, in base alle nuove leggi e ai regolamenti della Repubblica Popolare Cinese.
La stessa Ambasciata italiana comunica che sono esenti dalla rilevazione i minori di 14 anni e i maggiori di 70 anni, come pure i membri delle delegazioni ufficiali delle istituzioni governative con capodelegazione a livello pari o superiore a vice ministro, nonché i diplomatici, gli addetti consolari e il personale tecnico-amministrativo delle rappresentanze diplomatiche e consolari d’Italia accreditate in Cina.
Allo stesso modo non è richiesta la rilevazione a coloro ai quali sono state rilevate le impronte digitali negli ultimi 5 anni per precedenti richieste di visto con lo stesso passaporto e nella stessa sede di rappresentanza diplomatica e consolare cinese o nello stesso Centro Visti abilitato in Italia.
Infine, conclude l’Ambasciata, sono esentati i richiedenti mutilati di tutte le dieci dita o coloro ai quali non è possibile effettuare la rilevazione delle impronte digitali di tutte le dieci dita. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi