Urbanistica, architettura e monumenti italiani a Rio de Janeiro: giovedì la presentazione del workshop

RIO DE JANEIRO\ aise\ - L'attuale dibattito internazionale sui temi de-coloniali (o post-coloniali), del femminismo e della restituzione dei manufatti indigeni musealizzati in Occidente appare il contesto di riferimento per ripensare la piazza con il monumento (busto) dell'imperatrice Teresa Cristina, recentemente trafugato. Con questa premessa sarà importante considerare la complessa e controversa figura dell'imperatrice ad esempio per il ruolo che essa ha rivestito come tramite con Napoli, l'Italia e l'Europa, e ancora per quanto riguarda la vicenda della collezione di archeologia donata al Museo Storico Nazionale di Rio de Janeiro. A questo sarà dedicato il workshop di domani, in streaming, alle ore 9.00, dal titolo “Urbanistica, architettura e monumenti italiani a Rio de Janeiro”, al quale prenderà parte il Console Generale d’Italia di Rio de Janeiro, Paolo Miraglia Del Giudice.
Inoltre, dal punto di vista più largo della presenza italiana nell'architettura e nel patrimonio di Rio de Janeiro, vale registrare, oltre all'attività del progettista e costruttore Antonio Iannuzzi e alle opere di Mario Vodret, il significativo passaggio di Gino Coppedé e di Marcello Piacentini, e ancora quello di Clemente Busiri Vici, autore dell'edificio del Consolato d'Italia e della relativa piazza, ove appunto si trovava il busto di Teresa Cristina; il quale è a sua volta parte di un patrimonio diffuso da rivalutare nell'ambito della attuale strategia di recupero del centro carioca sottoposto a salvaguardia UNESCO.
Onde valorizzare debitamente e rendere progetto le questioni qui sopra attraverso un workshop aperto alla partecipazione di studenti e studiosi che si terrà dal 27 settembre al 10 ottobre.
Ospiti del workshop il Console Generale d'Italia-RJ: Dott. Paolo Miraglia Del Giudice; la segretaria de Conservação do Município di Rio de Janeiro: Anna Laura Valente Secco; la Direttrice Istituto Italiano di Cultura, Livia Raponi; il Presidente IRPH, Laura Di Blasi; il Presidente del Comites RJ, Andrea Lanzi; Co-Presidente Instituto Arquitetos do Brasil, RJ, Igor de Vetyemy; il Presidente Comitato UIA 2021, Sergio Magalhaes; il Direttore Museu Imperial, Petropolis, Maurício Vicente Ferreira; il Direttore Museu Nacional, Rio de Janeiro, Alexander Kellner; il Direttore MAN-Museo Archeologico Nazionale, Napoli, Paolo Giulierini; la Direttrice FAU-Universidade Federal do Rio De Janeiro, Andrea Queiroz Rego; il direttore DiDA-Università di Firenze, Giuseppe De Luca. (aise)