Usa: l’Ambasciata lancia la sesta edizione dell’Italian Design Day

WASHINGTON\ aise\ - Ha preso il via ieri negli Stati Uniti la sesta edizione dell’Italian Design Day (IDD), nel quadro di un’iniziativa globale del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale che promuove nel mondo il design e la creatività italiana e il connesso sistema produttivo.
Il programma negli Stati Uniti, coordinato dall’Ambasciata d’Italia a Washington DC e realizzato con il contributo della rete dei Consolati, degli Istituti Italiani di Cultura e degli Uffici ICE negli USA, comprende oltre una dozzina di eventi in tutto il Paese e nell’arco della settimana intorno al 23 marzo.
Il tema di quest'anno - "Ri-Generazione. Design e nuove tecnologie per un futuro sostenibile (Re-Generation. Design and new technologies for a sustainable future)" - valorizza l’abilità del nostro design di rinnovare se stesso, i propri processi produttivi e la ricerca qualitativa sui materiali all'insegna di circolarità e sostenibilità, assi strategici del rilancio dell’economia italiana dopo la pandemia. La rassegna fa da volano anche alla promozione della Sessantesima edizione del Salone del Mobile di Milano, in programma dal 7 al 12 giugno, e della candidatura di Roma ad ospitare l’Esposizione Universale del 2030.
Numerosi portavoce del design italiano, architetti ed esperti di fama internazionale prenderanno parte alla rassegna americana, all’insegna della cooperazione Italia-USA in tutti i settori legati al design, inclusi sostenibilità, arte e cultura, ricerca, innovazione e tecnologia.
“Pur nel drammatico contesto della guerra scatenata dalla brutale e ingiustificata invasione russa dell’Ucraina, l’Italian Design Day ci offre l’opportunità di valorizzare il ruolo chiave che design e creatività giocano nelle relazioni tra Italia e Stati Uniti, sia sul piano commerciale sia in ambito culturale, oltre che nei campi della cooperazione nell’innovazione tecnologica e nella ricerca”, ha evidenziato l’Ambasciatrice d’Italia Mariangela Zappia nell’introdurre il programma di eventi. “Il design è un campo in cui l’eccellenza italiana è riconosciuta a livello internazionale e che ci rende leader al mondo in molti settori produttivi”, ha continuato l’Ambasciatrice.
Il design è tra i catalizzatori degli investimenti Italia-USA e del nostro interscambio, che nel 2021 ha superato 94 miliardi di dollari, segnando una crescita di quasi il 20% rispetto al 2020.
Il programma si è aperto ieri, alla presenza dell’Ambasciatrice Zappia, con l’evento “Italian Design Day and the Magic of Murano” presso lo Smithsonian American Art Museum (SAAM) di Washington, che ha dedicato all’arte vetraia di Murano la mostra “Sargent, Whistler, and Venetian Glass: American Artists and the Magic of Murano”.
Il 23 marzo, ricorrenza dell’Italian Design Day, è in programma l’evento di punta della rassegna americana, co-organizzato a New York dall’Ambasciata italiana e dall’ufficio ICE - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane -, dal tema “RE-GENERATION. Design and new technologies for a sustainable future”.
Ad aprire l’evento, moderato da Stefania Spatti di Class CNBC, saranno l’Ambasciatrice Zappia, il Direttore dell’ICE di New York, Antonino Laspina, Hank Foley, Presidente del New York Institute of Technology e Maria Perbellini, Preside della School of Architecture and Design, New York Institute of Technology. Tra i relatori, Paola Navone, “Design Ambassador” 2022 per Washington D.C. e Maria Porro, Presidente del Salone del Mobile di Milano.
L’evento include anche una serie di Business Talk: Daniele Brusca, VP Creative Brand Director Scavolini; Andres Escobar, Designer Principal Lemay+Escobar New York; Simona Gazzaniga, Head of Marketing Poliform USA; Rocco Giannetto, Managing Director Gensler New York; Jacqueline Terrebonne, Editor in Chief Galerie Magazine.
Il programma americano include eventi in tutto il Paese.
A Chicago, Consolato e Ufficio ICE hanno collaborato con l’Illinois Institute of Technology per un evento sul tema “Re-generation” e l’Istituto di cultura proietterà cinque lungo e corto-metraggi dal tema “I, You and It: Stories of entanglement between species”.
A Houston, il Consolato ha in programma un evento sul tema della rassegna in collaborazione con American Association of Architects (AIA).
A Los Angeles la rassegna si focalizza su “A new ecology of beauty. Italian design seeding a sustainable future”.
A Miami, il Consolato ha organizzato un evento sul tema “RE-GENERATION. Design and new technologies for a sustainable future” con l’American Institute of Architects.
A Washington, è in programma un webinar organizzato dall’Ambasciata, dall’Istituto Italiano di Cultura e da Jefferson University-Italy Center (Filadelfia) focalizzato sulle prospettive femminili in tema di Urban Regeneration.
A New York è in programma anche una tavola rotonda co-organizzata dal Consolato e dall’AD di Tecno e Zanotta.
Il consolato di Filadelfia organizza un evento su “The Italian commercial penetration in the United States. From the emigration to the economic boom”.
A Detroit, il Consolato ha collaborato con College for Creative Studies per una masterclass e una conferenza e con The Firehouse per l’evento “Ethic and Aestethic – The Italian Way”.
A San Francisco è in programma un talk su “Sustainability and innovation in the Italian Design”.
A chiudere la rassegna l’evento organizzato dall’Istituto di Cultura di New York su “Upcycling: the Italian technology to support a new idea of recycling”.
Il programma completo degli eventi è disponibile qui. (aise)