Yangon: studenti birmani realizzano un video su Dante per la Settimana della Lingua Italiana

YANGON\ aise\ - Anche l’Ambasciata d’Italia a Yangon partecipa alla Settimana della lingua italiana nel mondo con una iniziativa che ha coinvolto giovani studenti birmani.
Circa 30 ragazzi, più della metà principianti nello studio della lingua italiana, hanno confezionato cinque video che trattano del loro incontro con Dante, reso possibile grazie alla prima traduzione mai realizzata in lingua birmana del quinto Canto dell’Inferno e di un sonetto, il XXVI, "Tanto gentile e tanto onesta pare", tratto dalla Vita Nova, tradotti ad opera di un poeta locale selezionato dall’Ambasciata Italiana.
Gli studenti nei video raccontano, in italiano, il loro impatto con l’opera del Sommo Poeta, che per la gran parte di essi era un lavoro sconosciuto. Sempre nei video i ragazzi si producono in una lettura, una terzina ciascuno, del V Canto dell'Inferno. “Ciò a conferma non solo dell’interesse per la nostra cultura, ma anche della fame di apertura al mondo che hanno questi giovani”, ha commentato l’ambasciatrice d’Italia in Myanmar, Alessandra Schiavo. “Sostenere questi ragazzi nel loro desiderio di continuare a studiare, malgrado scuole ed università nel paese siano chiuse da oltre un anno e mezzo, sia per la pandemia che per la vasta adesione al Movimento per la Disobbedienza Civile, credo sia, assieme alla divulgazione dell’opera di Dante, il significato più importante di questa iniziativa culturale della nostra Ambasciata”, ha aggiunto Schiavo. (aise)