ACCOGLIERE LE FERITE DI CHI CURA: SOSTEGNO PSICOLOGICO ONLINE AI SANITARI NELL’EMERGENZA CORONAVIRUS

ACCOGLIERE LE FERITE DI CHI CURA: SOSTEGNO PSICOLOGICO ONLINE AI SANITARI NELL’EMERGENZA CORONAVIRUS

MILANO\ aise\ - Offrire un ascolto psicologico gratuito a dottori, infermieri e sanitari in generale che in questo momento combattono in prima linea per curare i malati di COVID19 negli ospedali italiani. È la proposta di un gruppo di analisti e psicoterapeuti, principalmente di orientamento junghiano ma non solo, che ha unito le proprie forze per “offrire uno spazio online, sicuro e protetto, per contenere l'espressione delle paure, delle emozioni e delle diffcoltà, per esplorare insieme come rafforzare le proprie risorse personali e resistere all’enorme carico di stress causato dai ritmi di lavoro in una condizione di angoscia relativa al contagio”.
Nato con il sostegno di IAAP – International Association of Analytical Psycology, il progetto di intervento – spiegano i promotori – intende “mettere a disposizione le nostre competenze con solidarietà a chi è in prima linea, nella consapevolezza dei limiti che impone l’attuale situazione di emergenza”.
Il progetto prevede 4 sessioni online (di 45 minuti ciascuna) con date e orari da concordare con il terapeuta, settimanale o bisettimanale secondo le disponibilità.
Il servizio è gratuito.
I sanitari (medici, infermieri, ecc.) possono scrivere all’indirizzo contattopsicologi@gmail.com; i terapeuti che desiderano aderire all’iniziativa possono scrivere a terapeutivolontari@gmail.com. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi