ASSOCIAZIONI NO-STOP

ASSOCIAZIONI NO-STOP

ROMA – focus/ aise - Le varie associazioni, da sempre impegnate a favore dell’integrazione e dello sviluppo, sono, in questo inizio di settembre, particolarmente impegnate in molteplici attività. A Città del Messico, sono infatti iniziate, lo scorso 2 settembre,i nuovi corsi di italiano a cura dell’Asociación Italiana de Asistencia (AIA), associazione con lo scopo di appoggiare e accompagnare i cittadini italiani e i loro discendenti residenti in Messico a costruirsi una vita degna dal punto di vista economico, lavorativo e sanitario.
Tra i nuovi progetti di IAP, infatti, i lunedì e i giovedì dalle 9.00 alle 11.00, si svolgeranno le lezioni di italiano a cura di Massimo Barzizza presso la sede dell’associazione.
A Grenchen, sulla piazza principale, la Colonia Libera Italiana festeggerà il suo compleanno con tutti i cittadini del luogo. "Con questo grande evento vogliamo festeggiare il percorso d’integrazione riuscito degli italiani arrivati a Grenchen a partire dagli anni quaranta del secolo scorso": così Salvatore Bandiera, presidente dell’omonima CLI, spiega la motivazione principale che ha indotto la Colonia Libera di Grenchen a celebrare questo importante anniversario.
E così la "Märetplatz", come viene chiamata dai cittadini del posto la piazza del mercato, nel fine settimana del 13 e 14 settembre diventerà una vera e propria piazza italiana.
Ma le origini della presenza italiana nella cittadina solettese vanno più indietro nel tempo. Nel 1834 Giuseppe Mazzini, noto in tutta Europa come rivoluzionario italiano, giunse a Grenchen dove visse oltre un anno e mezzo in clandestinità. Oggi, il suo passaggio viene ricordato da un piccolo museo istituito da una fondazione dedicata a Mazzini, un monumento donato dal partito repubblicano italiano e una via dedicata all’agitatore genovese, la Mazzinistrasse.
La Colonia Libera Italiana di Grenchen fu una delle dieci Colonie che nel 1943 fondarono la Federazione delle Colonie Libere Italiane in Svizzera. Gli italiani arrivati a Grenchen trovarono occupazione nell’industria orologiera e nel settore edile, in particolare nei cantieri per la costruzione del tunnel Grenchenberg. Oggi Grenchen conta circa 16.000 abitanti, di questi il 10% sono italiane e italiani. La Colonia Libera Italiana ha una propria sede alla Centralstrasse 61.
La grande festa per tutte le generazioni offre un ricco programma. Ad intrattenere il pubblico ci saranno la band "Light Food" con un vasto repertorio di musica Rock, Oldies, Blues Rock, Country e Reggae, e DJ Bonsai con un Karaoke Party. Per i bambini ci sarà un castello gonfiabile. Non mancheranno naturalmente le specialità gastronomiche italiane. Spostiamoci in Francia adesso, precisamente nella capitale, dove è stata convocata il 25 settembre prossimo, alle 18.30, l’assemblea generale 2019 - Ordinaria e Straordinaria – dell’associazione Dire – Donne Italiane Rete Estera. Nata nel 2005 a Parigi, l’associazione è ora presieduta da Ilaria Zilioli.
I lavori assembleari inizieranno alle 19.00 nella sede del DS AVOCATS PARIS (6, rue Duret). Tra gli ospiti anche Elena Grifoni, capo gabinetto dell’ESA (European Space Agency).
E per finire, ci occupiamo di Belluno, dove le radici non muoiono mai, ma rientrano appieno in un contesto turistico in continua crescita. È questo il “Turismo delle radici”, un settore in cui anche l’Associazione Bellunesi nel Mondo crede molto e che permette di portare in provincia di Belluno, ogni anno, migliaia di discendenti proveniente principalmente dal Brasile.
A tal proposito il 28 agosto scorso è giunta in visita alla sede Abm una comitiva da Erechim (Brasile), dove è attiva una Famiglia bellunese guidata da Gertrudes Reolon.
Il gruppo è stato guidato dal vice presidente Abm Rino Budel ed è stato accolto in sede dal consigliere Luciana Tavi e dal direttore Marco Crepaz.
“Siamo davvero felici di essere qui a Belluno”, le parole un partecipante, “per noi è un tuffo nel passato. Un ritorno alla terra da dove partirono i nostri avi oltre cento anni fa”.
La comitiva ha avuto modo di visitare Feltre, Belluno, le Dolomti, Venezia, Asolo, Treviso, Vicenza e Verona. (focus\aise) 

Newsletter
Archivi