CAMERE DI COMMERCIO AL LAVORO

CAMERE DI COMMERCIO AL LAVORO

ROMA – focus/ aise – La Camera di commercio Dominico-Italiana e l'Ambasciata Italiana a Santo Domingo, insieme con El Catador, hanno promosso diversi eventi per la Settimana della cucina italiana nel mondo, in corso fino a ieri in 55 paesi del mondo.
Alla presenza dell’ambasciatore Andrea Canepari, funzionari pubblici del settore delle relazioni internazionali e commerciali e rappresentanti delle business community dominicane e italiane si sono incontrati il 19 novembre scorso presso El Catador dell’Evaristo Morales in occasione dell’appuntamento con il cibo e i vini della tradizione italiana, per riflettere sulle relazioni commerciali in atto tra i due Paesi e sulle opportunità di sviluppare ulteriormente gli scambi commerciali e le occasioni di business.
“Repubblica Dominicana e Italia hanno uno scambio commerciale di oltre 500 milioni di dollari e mantengono eccellenti relazioni diplomatiche da oltre 100 anni. Siamo orgogliosi di vedere l'eccezionale influenza italiana nel paese in settori come l'edilizia, il turismo e la gastronomia. Con questo tipo di iniziativa cerchiamo di rafforzare ulteriormente questo rapporto centenario e speriamo di continuare a farlo per molto tempo”, ha detto Canepari, ringraziando la Camera di commercio Dominico-Italiana per la “costante collaborazione” con i soggetti del Sistema Italia.
Nello stesso ambito, la Camera di Commercio Italiana in Bulgaria e la Regione Calabria – Dipartimento Presidenza - Settore Internazionalizzazione hanno organizzato il secondo evento di promozione, la Masterclass denominata "Cultura e Conoscenza della Calabria: tipicità della cucina regionale di qualità".
L'evento, parte del progetto Calabria Food&Tourism, si è tenuto il 18 novembre scorso al “Social Signature” di Sofia, ristorante certificato con il Marchio di Qualità Ospitalità Italiana - Ristoranti Italiani nel Mondo.
All'iniziativa promozionale hanno preso parte il Vice Ambasciatore d'Italia a Sofia, Francesco Calderoli e il Segretario Generale della Camera di Commercio Italiana in Bulgaria, Rosa Cusmano, insieme al Direttore Italian Trade Agency Sofia, Alessandra Capobianco, operatori televisivi di emittenti nazionali del mondo "food&tourism", importatori, distributori, nutrizionisti, food bloggers e appassionati della cucina italiana nonchè rappresentanti delle Associazioni di Categoria del settore vitivinicolo.
"L'evento di stasera – ha detto Rosa Cusmano in apertura di serata- è stato pensato e organizzato con l'intento di farvi conoscere la cucina calabrese, fornendo ai partecipanti l'opportunità di entrare a diretto contatto con quest'ultima, grazie alla presentazione dei territori di origine dei prodotti DOP, DOC e IGP provenienti dall'ampio paniere di aziende del territorio calabrese del settore agroalimentare e alla preparazione di piatti tipici della tradizione culinaria della punta dello stivale italiano”. Cusmano ha quindi ringraziato Calderoli e Capobianco, ma anche la Regione Calabria, il General Manager di Social Signature e Maurizio Ferreri “per aver contributo alla realizzazione della serata. "Cultura e conoscenza della Calabria: tipicità della cucina regionale di qualità" è il titolo da noi scelto per questa masterclass e non è un caso che l'ospite d'onore sia Maurizio Ferreri, che ha conseguito il titolo di brand ambassador "Narratori del gusto" e che, da oltre 25 anni, lavora nel territorio bulgaro promuovendo il made in Italy. Inoltre, "Cultura del gusto" è anche il tema della IV Settima della Cucina Italiana nel Mondo. A tal proposito, invito tutti i partecipanti alla visione del video promozionale realizzato dal Ministero degli Affari Esteri dedicato alla Dieta Mediterranea, il cui stile di vita sano e di qualità si rispecchia perfettamente nella cucina calabrese".
Al termine è stato proiettato materiale promozionale realizzato in occasione della IV Settimana della Cucina Italiana nel Mondo e del progetto "Calabria Food&Tourism".
"Come avrete avuto modo di notare dal video - ha affermato, dal canto suo, il Vice Ambasciatore Calderoli - questa IV Settimana della Cucina Italiana nel Mondo è dedicata all'educazione al gusto e all'educazione alimentare. A tal proposito trovo particolarmente adatto l'evento di stasera e ci tengo a ringraziare la Camera di Commercio Italiana in Bulgaria, sempre presente e in prima linea nella promozione della cucina italiana e nell'organizzazione di eventi di promozione del "made in Italy" durante i vari appuntamenti annuali. Quale migliore occasione di una masterclass sulla cultura e la conoscenza della cucina calabrese per rimanere in linea con il tema della cucina italiana nel mondo. I nostri prodotti oltre ad essere di qualità sono anche sani e, proprio per questo, meritano di essere conosciuti e apprezzati".
A seguire la vera e propria masterclass. Si è trattato di un "viaggio esperienziale" guidato da Maurizio Ferreri, membro della Federazione Italiana Cuochi (FIC) e dell'Associazione Italiana Sommelier AIS (di cui è Presidente in Bulgaria), dell'Istituto Internazionale di assaggiatori del Caffè, oltre che docente della Scuola Europea Sommelier Italia e brand ambassador "Narratori del Gusto". Con dedizione e dovizia di particolari, Ferreri ha suscitato curiosità ed interesse nella presentazione dei prodotti e dei luoghi tipici della cucina calabrese. Dalla ‘nduja di Spilinga alla cipolla di Tropea, dal cedro delle riviere di Diamante e Praia a Mare ai vini IGT di Cosenza e al peperoncino di Soverato, tutte pietanze servite in tavola grazie a una prima selezione di prodotti proveniente dalle aziende partecipanti al progetto "Calabria Food&Tourism".
In un'atmosfera di gioiosa convivialità, la Masterclass ha costituito per i 40 partecipanti un'ulteriore occasione per "ascoltare" lo story-telling delle produzioni calabresi servite in tavola con lo scopo di promuovere il brand agroalimentare e turistico "Calabria" e favorire l'educazione dei clienti verso un consumo alimentare consapevole, sano, di qualità, responsabile, nonché di sensibilizzazione della vendita dei prodotti calabresi via e-commerce.
E per finire: "Cari membri e amici della ICCI Queensland, è davvero difficile credere che manchino meno di cinque settimane al Natale. Quest’anno è passato così velocemente e dal punto di vista della ICCI Queensland sta terminando esattamente come è iniziato, ovvero in un modo molto molto impegnativo!". Si apre con queste riflessioni l’intervento del presidente della Camera di Commercio Italiana a Brisbane, Santo Santoro, nell’ultima newsletter del 2019.
"Lunedì scorso", ricorda Santoro, "abbiamo ospitato presso l'iconica pasticceria di Salvatore Gerbino una squisita Bancarella Siciliana, che ha dato il via alla IV Settimana della Cucina Italiana nel Mondo a Brisbane, evento promosso in tutto il mondo dal Ministero degli Affari Esteri per celebrare il meglio della cucina italiana". L’iniziativa ha avuto tanto successo da registrare il tutto esaurito: oltre 70 i membri e gli amici dell'ICCI Qld presenti, che hanno potuto gustare le prelibatezze siciliane servite da Salvatore e da sua moglie Simone.
Domani sera, insieme all’Accademia Italiana della Cucina, l’ICCI Qld ha organizzato un’altra cena per la Settimana della Cucina Italiana al Noosa Waterfront Restaurant: dietro i fornelli ci sarà "uno dei migliori chef nel Paese, nonché membro della ICCI, Andrea Ravezzani".
Le vacanze e la "meritata pausa" natalizia si avvicinano, ma, prima che "gli impegni di business e networking dell'ICCI Queensland" finiscano, l’appuntamento è con un altro imperdibile pranzo di Natale presso l’altrettanto iconico Gambaro Seafood Restaurant and Function Centre. Presto il presidente Santoro fornirà informazioni al riguardo. (focus\ aise) 

Newsletter
Archivi