IL MADE IN ITALY CORRE SUL MARE

IL MADE IN ITALY CORRE SUL MARE

ROMA – focus/ aise - Dal 22 al 25 luglio scorsi, la nave Vespucci ha fatto sosta a Dublino, seconda tappa della Campagna d’istruzione 2019 che coinvolge gli Allievi dell’Accademia Navale di Livorno.
Giunti nella capitale irlandese, dopo 2313 miglia percorse e 423 ore di navigazione, di cui oltre il 50% esclusivamente a vela, gli allievi e l’equipaggio hanno accolto a bordo l’Ambasciatore d’Italia in Irlanda, Paolo Serpi, che, nel suo saluto, ha voluto sottolineare il ruolo delle Marine a supporto delle attività diplomatiche. Nei giorni di sosta l’equipaggio di Nave Vespucci e gli Allievi dell’Accademia Navale hanno continuato il loro percorso di arricchimento culturale e professionale visitando l’Autorità portuale di Dublino, la più prestigiosa e antica Università d’Irlanda, il Trinity College e il Senato Irlandese. Lasciata la città di Dublino l’Amerigo Vespucci si è diretta alla volta del porto di Bergen, in Norvegia, dove ha fatto sosta dal 31 luglio al 3 agosto.
Per la prima volta nella sua storia, poi, la nave, dal 7 all'11 agosto, ha fatto sosta nella città di Rostock, in Germania, in occasione di uno dei più grandi eventi marittimi in Europa, la Hanse Sail Rostock 2019.
Mercoledì 7 Agosto alle ore 16.30, il comandante del veliero, capitano di vascello Stefano Costantino, ha tenuto una conferenza stampa a bordo per presentare le attività della nave, inclusi gli eventi che la vedranno protagonista durante la sosta nel porto tedesco.
La nave prende il nome dal famoso mercante fiorentino Amerigo Vespucci (1451-1512), che diede il suo nome al continente scoperto da Colombo. Fu Vespucci ad insegnare agli europei cosa volesse dire "America", i suoi paesaggi, le sue genti e le loro abitudini. La sua lettera "Mundus Novus" fu stampata per la prima volta nel 1502/3 a Firenze e diffusa in tutto il Vecchio Continente. Oggi sono rimaste solo tre copie. Una di queste copie è stata stampata nel 1505 a Rostock ed è stata acquisita dalla Biblioteca Universitaria di Rostock con il supporto economico di molti benefattori. In occasione del 600° anniversario dell'Università di Rostock, la più antica nella regione del Mar Baltico, il Rettore dell'Università di Rostock, Professor Wolfgang Schareck, ha consegnato un facsimile della lettera del navigatore Vespucci "Mundus Novus" al comandante di nave Vespucci.
La “nave più bella del mondo”, come viene definita da molti, dopo la consueta sosta lavori invernale finalizzata alla manutenzione e al miglioramento generale delle strutture ha iniziato il ciclo di navigazione all’estero e quindi la Campagna d’Istruzione 2019. La Campagna ha visto impegnati gli Allievi Ufficiali dell’Accademia Navale di Livorno che, nei tre mesi circa di attività, avranno la possibilità di veleggiare dall’Oceano Atlantico e Nord Europa fino al Mar Baltico. Il fine è di addestrare i giovani cadetti e, al contempo, mostrare l’emblema della Marina Militare, il prestigio delle nostre Forze Armate e l’eccellenza italiana attraverso la partecipazione ad eventi culturali e di promozione, in collaborazione con le rappresentanze diplomatiche nazionali nei Paesi ospitanti.
Durante il periodo a bordo i 127 Allievi Ufficiali dell’Accademia Navale di Livorno, tra cui 34 donne e 19 stranieri, provenienti da 7 Paesi differenti (se aggiungiamo altri 6 Allievi coinvolti nella Campagna e non appartenenti al Corso del primo anno dell’Accademia navale italiana, la cifra sale a 133 cadetti provenienti da 9 Paesi diversi), sono stati impegnati in numerose attività didattiche ed addestrative nell’ambito delle discipline marinaresche e della formazione etico-militare, al fine di far propri i valori di fedeltà, disciplina e senso del dovere e acquisire piena consapevolezza dell’importanza del lavoro di squadra, comprendere quindi cosa significa essere marinai e al contempo membri di un equipaggio al servizio del proprio Paese e della comunità internazionale.
Dopo la sosta a Rostock, l’Amerigo Vespucci ha fatto rotta verso Amsterdam, 5ª tappa della Campagna d’Istruzione 2019. Ha riscosso notevole successo la tappa a Bergen, come riportato dall’Ambasciata italiana ad Oslo. Molto numerose le visite a bordo del pubblico durante gli orari di aperura ad esso riservati, ad ulteriore riprova – sottolinea l’Ambasciata – del prestigio di cui la “Vespucci” gode sia in Italia che all’estero. Il Comandante, Capitano di Vascello Stefano Costantino, ha effettuato visite di cortesia al Sindaco di Bergen, al Rettore dell’Università locale ed ai vertici dell’Accademia Navale norvegese. (focus\ aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi