LA CULTURA IN MOSTRA CON GLI IIC

LA CULTURA IN MOSTRA CON GLI IIC

ROMA – focus/ aise - Il Lavazza Italian Film Festival torna in Australia con la sua 20a edizione per celebrare il meglio del cinema italiano. Con un programma che comprende una selezione dei 26 migliori film italiani usciti di recente, capolavori classici, presentazioni speciali, serate di aperitivi, ospiti internazionali e serate di gala, il Festival rappresenta il più importante festival cinematografico internazionale organizzato da Palace Cinemas.
Il Festival si aprirà a Sydney domani per proseguire poi per Melbourne, Brisbane, Perth, Adelaide, Canberra, Hobart e Byron Bay.
Ad aprire il Festival sarà "Il campione" di Leonardo D’Agostini, la storia di un giovane e ribelle centravanti della Roma, nella quale ritroviamo uno dei beniamini del cinema italiano contemporaneo, Stefano Accorsi.
All’interno del Festival, grazie alla collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Sydney, si terrà una mini-rassegna dedicata a Bernardo Bertolucci, in commemorazione della recente scomparsa del maestro del cinema italiano, avvenuta nel novembre dello scorso anno. La rassegna dedicata al maestro proporrà due proiezioni speciali di due dei suoi capolavori presso il cinema Chauvel di Paddington: "Novecento" il 29 settembre (parte I e II) e "Il Conformista" il 6 ottobre. La visione di entrambi i film sarà preceduta da un’introduzione dell’esperto di cinema e multimedia Christian Pazzaglia, il quale condurrà anche le sessioni di Q&A al termine delle proiezioni. Nell’intervallo fra le due parti di "Novecento" gli spettatori potranno gustare un rinfresco gentilmente offerto dall’Istituto Italiano di Cultura di Sydney.
La collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura e con l’associazione Controluce ha potuto assicurare al Festival anche la presenza di un ospite d’eccezione, l’acclamato regista Mimmo Calopresti, il quale sarà presente alla proiezione della prima australiana del suo film "Aspromonte, la terra degli ultimi" presso il cinema Verona di Paddington il 18 settembre.
Il Festival si chiuderà con la proiezione del film biografico "Pavarotti". Il documentario di Ron Howard ripercorre la vita, le relazioni e la straordinaria carriera del tenore più famoso del mondo, che divenne una superstar internazionale sin dagli inizi della sua carriera.
L’Istituto Italiano di Cultura di Lione il 13 settembre ha aperto le porte della propria sede per un Open Day durante il quale è stato presentato, tra le 15.30 e le 20.00, il programma settembre/dicembre, in cui spiccano i nuovi corsi di lingua e cultura italiana. Durante l’Open Day è stato possibile effettuare test di livello linguistico, prendere delle mini-lezioni, conoscere il personale e i docenti e, infine, effettuare le iscrizioni ai corsi e ai workshop.
Nel mese di settembre 2019, il Market Theatre di Johannesburg presenta un’interpretazione unica della grande tragedia classica Medea, diretta da Dario D'Ambrosi.
Lo spettacolo proposto vede in scena ragazzi con disabilità della compagnia italiana dell’Associazione Teatro Patologico di Roma, affiancati da attori professionisti, grazie alla collaborazione tra l’Istituto Italiano di Cultura di Pretoria e The Market Theatre Foundation.
Questo peculiare adattamento vede come elemento centrale il rapporto profondo che esiste tra corpo, linguaggio e musica: il corpo diventa il principale mezzo di comunicazione, mentre il linguaggio e l'uso della musica originale ruotano attorno al legame corporeo e spirituale che questi hanno con i corpi dell’attore.
Gli spettacoli si terranno presso il Mannie Manim del complesso del The Market Theatre venerdì 27 e sabato 28 settembre, alle ore 20.15.
Oltre alla messa in scena della Medea, il gruppo del Teatro Patologico terrà il workshop "Titus Andronicus" presso la sede di Little Eden, associazione dedicata a portatori di handicap fisici e mentali. Gli attori italiani lavoreranno insieme ad un gruppo selezionato di ospiti della struttura sudafricana per la realizzazione congiunta di un adattamento della tragedia del Tito Andronico di William Shakespeare. Per la messinscena è stato infatti elaborato un canovaccio e, una volta assegnate le parti, si chiede ai partecipanti di "far parlare" i personaggi dando così vita a un copione composto da brani originali e altri scaturiti dall’improvvisazione. Lo spettacolo risultato da questo workshop andrà in scena, anch’esso presso il Mannie Manim del The Market Theatre, domenica 29 settembre alle ore 15.15.
Una mostra di libri italiani per l’infanzia e l’adolescenza, scambio di libri, in cui quelli già letti potranno essere ceduti gratuitamente in cambio di altri, e la lettura di storie per bambine/i e ragazze/i, a cura dell’Associazione MehrSprache. È una vera e propria festa del libro quella che si terrà sabato 16 novembre a Colonia, nella sede dell’Istituto Italiano di Cultura.
In programma a partire dalle ore 14.30, anche lo spettacolo teatrale con cui con l’Ensemble Berlino Italia Improv metterà in scena le "Favole al telefono" di Gianni Rodari. Senza dimenticare il favoloso MAPAPERIO e al termine della giornata vi sarà rinfresco per grandi e piccini.
L’evento è ideato dall’Istituto insieme a Paola Tonetta e Chiara Milanese e con la collaborazione dell’Ufficio Scuola del Consolato Generale d’Italia a Colonia, dell’Associazione degli Amici dell’IIC di Colonia, del Comites, dell’associazione Mehrsprache, di Hueber-Verlag, Giralibro, EmonsVerlag, Erickson, Edizioni Il Castoro, La Coccinella srl, Eli srl, Giangiacomo Feltrinelli Editore e la Casa Editrice Gribaudo.
Sabato scorso, infine, l’Istituto Italiano di Cultura a Marsiglia ha aperto le porte della sua sede dalle 10 alle 17 per presentare i nuovi corsi di lingua e il programma culturale del nuovo anno.
Italiani e amici dell’Italia sono stati accolti nella biblioteca da tutta l’équipe dell’Istituto.
Durante tutta la giornata è stato possibile sostenere, gratuitamente, il test per verificare il livello di conoscenza della lingua italiana e iscriversi ai corsi.
Inoltre, alle 16.00, l’Istituto ha proposto uno spettacolo teatrale per bambini, in italiano, con Antonella Gerratana e, alle 17.00, un laboratorio di cucina “La pasta fresca fatta a mano” con lo chef italiano Raffaele Paparone. (focus\ aise) 

Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli