La voce degli eletti all’estero (2)

ROMA – focus/ aise - Deputato del Maie eletto in Sud America, Mario Borghese chiede al Governo italiano di non sottovalutare la gravità della situazione sanitaria in cui versano i nostri connazionali residenti in Venezuela.
“Ad aggravare la situazione difficilissima dovuta alla crisi politico economica che attraversa il Paese da anni, si è aggiunto anche il Covid-19”, annota il deputato. “Le strutture sanitarie locali non sono preparate per affrontare un’emergenza epidemiologica di questa portata. Il Governo italiano – conclude – ascolti le richieste di aiuto dei nostri connazionali”.
“Italia Viva non intende frenare o impedire l’acquisto di Borsa Italiana da parte di Euronext e CDP, e non voterà atti di indirizzo parlamentari che dovessero anche implicitamente adombrare questa possibilità. Semmai intende delineare, assieme alle altre forze di maggioranza, le condizioni per far sì che questa sia una operazione di successo per l’Italia, l’UE, gli investitori e i clienti di Borsa, ovvero imprese, PMI e risparmiatori”. È quanto affermano in una nota Massimo Ungaro e Mattia Mor, deputati di Italia Viva, secondo cui “Euronext e CDP devono garantire un livello minimo per gli investimenti in tecnologia, rispettare l’autonomia decisionale di Borsa e fare in modo di contenere i costi per i clienti”.
“Il processo di aggregazione delle principali Borse europee – osservano – catalizza l’unione dei mercati e dei capitali, la capital markets' union, a livello europeo e va quindi salutato con favore se non esplicitamente sostenuto”.
“Dopo un anno lungo e sfidante in cui ho voluto garantire la mia costante presenza in Senato nei momenti più delicati della pandemia, con grande emozione riprendo finalmente gli incontri nella ripartizione in cui sono stata eletta. Nel pieno rispetto delle normative vigenti, ricomincio dagli Stati Uniti, Paese in cui la nostra comunità è storicamente ben radicata e strutturata, significativamente a pochi giorni dall’insediamento del nuovo Console Generale d’Italia a New York, Min. Plen. Fabrizio Di Michele”. Così la Senatrice di Forza Italia, Francesca Alderisi, eletta in Nord e Centro America, a margine della visita presso il Consolato Generale d’Italia a New York, dove ha potuto incontrare il nuovo Console Generale Di Michele.
La Parlamentare eletta all'estero ha poi aggiunto: “Ho avuto un incontro molto cordiale con il Console Generale Di Michele durante il quale abbiamo avuto una discussione preliminare sulle tematiche che riguardano la comunità italiana della Tri-State Area. Mi sono felicitata per l’incarico di grande responsabilità che oggi assume un significato ancor più profondo nell’ottica della rinascita economica e culturale post pandemia che vedrà impegnata anche la nostra collettività. Ho inoltre avuto l’occasione di complimentarmi con il Console Generale Aggiunto, Silvia Limoncini, per il lavoro svolto da tutto il personale del Consolato in questi difficili mesi di emergenza sanitaria”.
La Senatrice ha quindi precisato: “È un viaggio programmato da tempo, nel rispetto delle misure di quarantena cui si deve attenere chi entri negli Stati Uniti. In quest’area a me particolarmente cara ho trovato una città provata dalla pandemia e allo stesso tempo con evidenti segnali di ripresa che testimoniano la forza, la tenacia della gente di New York e la loro grande voglia di ripartire”.
“Per chi come me è abituata da molti anni a vivere con intensità gli incontri con le comunità all’estero - ha concluso la Senatrice eletta all’estero -, in questo periodo è stato molto difficile dover rinunciare agli eventi in presenza. Pur essendo consapevole che ci vorrà ancora del tempo, vedo questo viaggio come un nuovo inizio verso un recupero graduale della vita di un tempo. Tutto questo mi fa ben sperare”. (focus\ aise)