L’ITALIA IN MOSTRA

L’ITALIA IN MOSTRA

ROMA – focus/ aise - La visita in Bulgaria del Ministro degli Affari Esteri Luigi Di Maio, su invito della Ministra Ekaterina Zaharieva, è stata anche l'occasione per inaugurare una mostra sulla diplomazia dal titolo "Immaginario Diplomatico". La mostra, esposta nel Ministero degli Affari esteri bulgaro, è stata realizzata dall'Ambasciata d'Italia e dall'Istituto Italiano di Cultura a Sofia.
L'Ambasciatore Stefano Baldi, che l'ha curata, ha brevemente illustrato ai due Ministri alcune delle foto storiche di diplomatici italiani che caratterizzano l'esposizione volta a far conoscere il ruolo e le attività svolte dai diplomatici.
“I diplomatici italiani vantano di una tradizione antica che si è evoluta e consolidata nel tempo”, si legge nella presentazione del progetto ideato e coordinato dall’Ambasciatore Baldi. “Questa mostra si propone di illustrate alcuni aspetti del lavoro diplomatico attraverso una serie di immagini che ripercorrono le radici della diplomazia italiana contemporanea”.
Tutte le foto incluse fanno parte del più vasto progetto “Immaginario diplomatico” ideato e coordinato da Stefano Baldi, che ha portato alla realizzazione di un sito web dedicato a foto storiche (1861-1961) che riguardano diplomatici italiani di carriera del passato. Il sito è consultabile qui.
Lo scopo principale dell’iniziativa è di preservare importanti fotografie relative alla storia dei diplomatici italiani. Si tratta “di un contributo per far conoscere ed apprezzare la tradizione diplomatica italiana attraverso le tante figure, più o meno conosciute che hanno rappresentato l’Italia nel mondo. Questa mostra include solo una selezione di tutte le foto”.
“L’italiano nella Liuteria”. Questo il titolo dell’opera degli studenti del corso di laurea in Lettere/italiano dell’Università Federale del Paraná, Stato del sud del Brasile, nominato tra i finalisti del premio “Un libro per l’italiano” dell’Università Ca’Foscari di Venezia, nella categoria senior. A darne notizia è l’Ambasciata d’Italia a Brasilia, che ha evidenziato la prova degli studenti Marianna Schneider e Marlon Misceno, e della loro coordinatrice all’università brasiliana, Paula Garcia de Freitas.
Il premio è indirizzato agli insegnanti di italiano di scuole di ogni ordine e grado per la realizzazione di progetti editoriali. E l’opera è il risultato della ricerca e sperimentazione del “TBLT Approach (Task-based language teaching)” ed è stata utilizzata nel 2019 con gli studenti del corso di Liuteria della UFPR, l’unico del Brasile nel suo genere. Per gli studenti del corso, l’italiano è una lingua importantissima, sebbene non faccia ancora parte ufficialmente del curriculum studiorum. Grazie al Programma Idiomas sem Fronteiras - frutto di un Memorandum d’Intesa tra l’Ambasciata d’Italia in Brasile ed il Ministero dell’Istruzione e dell’Università brasiliano, e finanziato dal Governo italiano - è stato possibile offrire una borsa di studio ai due autori del libro e realizzare un corso di italiano rivolto ai futuri liutai. Nonostante le limitazioni imposte dalle misure di contrasto al coronavirus, si è tenuta anche quest’anno la settimana di promozione dei prodotti alimentari e vini italiani in Macedonia del Nord per iniziativa dell’Ufficio ICE di Skopie, in collaborazione con l’Ambasciata e con una delle maggiori catene di supermercati locali, introducendo nuovi prodotti food&wine nella grande distribuzione macedone e consolidando così la presenza del Made in Italy in questo Paese.
Novità di questa edizione, l’inclusione di dieci importanti supermercati di Skopie (anche online), distribuiti tra diversi quartieri della città per composizione sociale e distribuzione nel territorio. Alla promozione, la cui campagna di comunicazione era incentrata sul classico brand "The Extraordinary Italian Taste", ormai familiare ai consumatori macedoni, hanno aderito 49 marchi italiani con oltre 250 prodotti alimentari e vini, grazie al coinvolgimento di sette aziende macedoni importatrici di prodotti dall’Italia.
Durante il periodo di svolgimento della promozione, i prodotti italiani hanno usufruito di sconti speciali (10-15%) e i consumatori hanno ricevuto in omaggio un oggetto simbolo della tradizione culinaria italiana.
(focus\ aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi