SERVIZI CONSOLARI: NUOVI AGGIORNAMENTI

SERVIZI CONSOLARI: NUOVI AGGIORNAMENTI

ROMA – focus\aise - Come noto, dal 10 giugno scorso il Consolato Generale d’Italia a Buenos Aires ha introdotto la videochiamata via whatsapp per prenotare un appuntamento per le pratiche di ricostruzione di cittadinanza iure sanguinis. Vista la mole di chiamate, il Consolato ha esteso l’orario in cui gli utenti possono tentare di collegarsi: sarà infatti possibile chiamare dalle 11.30 alle 13.30. Per prenotare il proprio turno e presentare la documentazione occorre effettuare una videochiamata Whatsapp ai seguenti numeri 116980-8604 e 116980-8605 nelle giornate di lunedì, martedì, giovedì e venerdì. I turni per figli diretti maggiorenni continueranno ad essere assegnati attraverso il sistema Prenota On-Line.
Cambiano le procedure anche a Monaco di Baviera, in Germania, dove dal 17 giugno le prenotazioni per richiedere il passaporto potranno avvenire solo on line. Più dettagliatamente, per fissare un appuntamento con l'Ufficio Passaporti del Consolato generale, sia per gli adulti sia per i minori, si dovrà inviare il formulario "richiesta appuntamento passaporto" all'indirizzo mail passaporti.monacobaviera@esteri.it. L'utente riceverà indicazione su data e orario dell'appuntamento che non sarà trattabile: la mancata presentazione comporterà l'annullamento della richiesta. Il servizio telefonico rimarrà attivo esclusivamente per le informazioni all'utenza: non sarà pertanto possibile richiedere appuntamento per telefono. Tutte le richieste pervenute via mail prima del 17 giugno dovranno essere ripresentate utilizzando il modulo del Consolato e inviandolo all’indirizzo indicato.
Allerta a Caracas, in Venezuela, dove continuano le segnalazioni all’Ambasciata e agli Uffici consolari italiani di persone che offrono e pubblicizzano, anche sulle reti sociali, "servizi" per ottenere a pagamento appuntamenti tramite il sistema informatico di gestione delle prenotazioni. In una nota pubblicata dal Consolato Generale a Caracas, l’Ambasciata e gli Uffici consolari ribadiscono la loro condanna di questo genere di attività e ricordano che il servizio "prenota online" è completamente gratuito. "L'utilizzo di questi mediatori non è una soluzione alle difficoltà di prenotazione, bensì ne è spesso la causa principale in quanto occupano di proposito decine di spazi d'appuntamento e impediscono ai singoli utenti di accedervi", scrive il Consolato, invitando "tutti gli utenti che abbiano notizia di tali pratiche fraudolente a informarne gli Uffici consolari e a rifiutare qualsiasi pagamento". Come già accaduto in passato, la rete diplomatico-consolare italiana in Venezuela continuerà a segnalare i responsabili di questi comprovati comportamenti illeciti alla Procura del Tribunale di Roma. Inoltre "il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, che gestisce centralmente il sistema di prenotazione, sta studiando rimedi tecnici per impedirne l’azione".
Infine, a partire dal 19 giugno scorso, l’Ambasciata d’Italia ad Addis Abeba collabora con la società VFS Global nella gestione delle richieste di visto Schengen per l’Italia (c.d. outsourcing), analogamente a quanto avviene già per alcune altre Ambasciate dei Paesi Schengen ad Addis Abeba. Il servizio sarà disponibile per i residenti nei tre Paesi di accreditamento dell’Ambasciata d’Italia: Etiopia, Gibuti e Sud Sudan. Le domande per il visto dovranno essere presentate, esclusivamente tramite appuntamento, dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 15, presso l’apposito Visa Centre, gestito dalla società VFS, al terzo piano del centro commerciale "Morning Star", nel quartiere di Bole. La richiesta di un appuntamento va inoltrata on line: una volta fissato l’appuntamento, sarà possibile recarsi al Visa Centre nel giorno e all’orario indicato, con la documentazione completa a seconda del tipo di visto richiesto. All’interno del Centro, gli sportelli 6 e 7 saranno dedicati esclusivamente alla ricezione delle richieste e al rilascio dei visti per l’Italia. Tutte le richieste di visto dovranno essere consegnate di persona dagli interessati. Per il rilascio di un visto Shengen, bisogna attendere 15 giorni lavorativi dal momento della presentazione della domanda. (focus\aise) 

Newsletter
Archivi