ITALIANI IN FESTA

ITALIANI IN FESTA

ROMA – focus/ aise – Dedichiamo questo focus a due feste che si soni tenute a Gran Canaria e a Santiago, entrambe accomunate dall’aver avuto come protagoniste la comunità italiana locale.
Domenica 16 giugno si è tenuto un grande evento, al sud di Gran Canaria, presso l’auditorium del Parco Sur di San Bartolomé de Tirajana organizzata dal Consolato Onorario d’Italia, con la presenza del Console Carlo De Blasio, in collaborazione con A.P.I.C.E. con presidente Giuseppe Bucceri e #LeggoGranCanaria con la presenza dell’editore Franco Leonardi.
Hanno allietato la Festa con la loro presenza anche le istituzioni locali, come l’Alcalde de San Bartolomé de Tirajana appena eletta, la Signora Conchi Narváez, Samuel Henríquez Quintana, primer teniente de alcalde e Alejandro Marichal Ramos, segundo teniente de alcalde, nonché tutti i consiglieri dell’Associazione APICE.
In questo meraviglioso contesto del Parque del Sur, un’oasi di verde e di pace, c’è stato un grande afflusso di pubblico italian, e di locali residenti e turisti. Una serie di stands con la presenza delle eccellenze italiane sull’isola hanno allietato i palati dei presenti con ottimi cibi, dolci e vini, ma erano presenti anche stand di abiti e di artigianato. Presente anche una parte della Redazione di #LeggoGranCanaria, il giornale italiano dell’Isola, nelle persone di Franco Leonardi, Editore, Alessandro Gennari, responsabile marketing dell’Isola di Gran Canaria e Bina Bianchini, che ama definirsi una “ragazza di bottega”.
Si è iniziato con l’Inno Spagnolo, quello Canario, per poi ascoltare l’Inno di Mameli, cantato dal tenore Alberto Lupo Jannelli. Ha poi preso la parola il console Carlo De Blasio, che si è definito sorridendo “invalido civile” a causa di una brutta frattura al braccio sinistro, che non l’ha fermato dall’essere presente alla fest.
La giornata è proseguita piena di musica, giochi, balli, sfilate di moda e buon cibo rigorosamente italiano. Giuseppe Bucceri, come sempre molto attivo, ha consegnato un premio A.P.I.C.E. a due attività italiane e una spagnola.
“A tavola con Leonardo”. Questo il titolo di una singolare iniziativa promossa dall’Area Sociale e Culturale del Club Stadio Italiano di Santiago, con lo scopo di aderire alle celebrazioni per ricordare il grande Leonardo Da Vinci.
La serata ha contato con la presenza dell’Ambasciatore d’Italia in Cile Mauro Battocchi, che nel suo saluto ai presenti ha espresso il compiacimento in quanto il tema della gastronomia fu molto importante nella vita di Leonardo e con questa iniziativa si arricchisce il già folto programma che si sta svolgendo a differenti livelli anche in Cile.
La Presidente del direttivo del Club Stadio Italiano di Santiago, Paola Della Schiava, ha inaugurato la serata. Tra i partecipanti anche il presidente del Comites e di altre associazioni e imprese italiane in Cile. La presidente ha ringraziato coloro che hanno reso possibile la realizzazione della serata, in particolare lo chef italiano Niccolò Giacometti, che in preparazione dell’evento ha studiato gli alimenti e le abitudini culinarie del tempo di Leonardo, così da riproporre nel menù alcune specialità composte da ceci, farina di grano, carne, formaggio, salvia, rosmarino, zafferano. In questo stesso contesto, il delegato dell’Accademia Italiana della cucina, Alejandro Bizzarri, ha fatto riferimento nel suo saluto ai presenti, spiegando che l’Accademia ha dato il suo patrocinio a questa iniziativa perché in linea anche qui con la sua Missione di promuovere la cucina italiana nel mondo. Una cucina che, nella parole del consigliere CGIE Nello Gargiulo (che ha animato la serata), nella gastronomia di Leonardo si riveste della cornice di bellezza e armonia del Rinascimento italiano.
L’alimentazione che è la base e il sostegno della vita e della convivenza umana acquista cosi quelle connotazioni di arte e scienza nella misura in cui le discipline dell’estetica e della biologia accompagneranno anche lo sviluppo dell’arte culinaria. (focus\ aise) 

Newsletter
Archivi