“2019 SPINELLI PRIZE FOR OUTREACH”: VINCE IL PROGETTO DELL’ASSOCIAZIONE CULTURALE TWITTERATURA

“2019 Spinelli Prize for Outreach”: vince il progetto dell’Associazione Culturale Twitteratura

ROMA\ aise\ - Comunità, cittadinanza e identità europea - il progetto realizzato nel 2018 da Associazione Culturale Twitteratura in collaborazione con ABCittà e Cooperativa Liberitutti e con il sostegno di Compagnia di San Paolo e Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo - ha ricevuto il “2019 Spinelli Prize for Outreach”.
Il riconoscimento viene assegnato dalla Commissione Europea a iniziative che promuovono la conoscenza dell'Unione Europea come progetto di integrazione e i suoi valori, in particolare tra i giovani, e consiste in un premio del valore di 25.000 euro. La giuria, composta da esperti indipendenti, per questa edizione ha premiato 16 progetti tra 150 candidature ricevute.
“Questo premio prestigioso - ha dichiarato Antonella Cavallo, presidentessa dell’Associazione Culturale Twitteratura - ci rende estremamente felici e orgogliosi e ci incoraggia a proseguire nel confronto costruttivo sull'identità europea e sulle sfide del nostro tempo, coinvolgendo in primo luogo le nuove generazioni e il mondo della scuola”.
Le motivazioni del Premio
Il progetto si è distinto per l’ampiezza e rilevanza dei temi trattati: “[coprendo] diversi ambiti delle politiche e dell’azione dell’UE, ha il potenziale per sviluppare una consapevolezza critica di ciò per cui l’UE si batte e per sfatare i miti populisti”. Altro punto di forza, la sua componente innovativa che ha permesso di raggiungere e coinvolgere i giovani, proponendo un’attività che è “facilmente accessibile, chiara e user-friendly (...) accattivante e adatta a cittadini giovani e non addetti ai lavori” e che “promuove la motivazione e l’attaccamento emotivo dei giovani studenti, incoraggiando la partecipazione nel processo democratico”. Inoltre, combinando l’attività online a una serie di iniziative offline, il progetto “genera un dibattito approfondito e contribuisce a mettere in luce la disinformazione sul funzionamento e sull’importanza delle istituzioni dell’Unione Europea”. Infine, realizzando l’evento finale sull’isola di Ventotene, ha offerto “l’opportunità di un’interazione in prima persona sui valori, sulle politiche e sui successi dell’UE, così come sui suoi difetti”. Ulteriore elemento premiante, “l’alto potenziale di replicabilità” a livello locale e internazionale, così come al di fuori dell’ambiente scolastico.
A causa delle restrizioni imposte dalla pandemia, la cerimonia si è svolta interamente online, alla presenza della Direttrice Generale della DG Istruzione, gioventù, sport e cultura Themis Christophidou e con i saluti di apertura di Mariya Gabriel, Commissaria Europea per l'innovazione, la ricerca, la cultura, l'educazione e i giovani.
“Siamo molto contenti che l’associazione Twletteratura abbia ottenuto questo importante riconoscimento a livello europeo – aggiunge Giandomenico Genta Presidente della Fondazione CRC – un’ulteriore conferma della capacità da parte dei soggetti del nostro territorio di creare innovazione. La nostra Fondazione ha fin dall’inizio creduto nella bontà della sperimentazione sostenendo il progetto Ventotene. Comunità, cittadinanza e identità europee nel corso del 2018”.
Il progetto nel dettaglio
Il progetto #Ventotene nasce dall’idea di aprire un percorso di cittadinanza attiva attorno al tema dell’Europa unita e dei valori che ne sono alla base. Combinando social reading (Associazione Culturale Twitteratura), costruzione di comunità (Cooperativa Liberitutti) e coinvolgimento diretto dei cittadini (ABCittà), il progetto ha aggregato una comunità che insieme si è confrontata sulla costruzione dell’identità europea e sulla rottura degli stereotipi a partire dalla lettura condivisa del Manifesto di Ventotene di Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi.
Le attività - Con #Ventotene abbiamo voluto diffondere strumenti e risorse utili ad affrontare alcune delle grandi sfide dell’Europa di oggi e di domani. Lo abbiamo fatto online, leggendo e commentando il Manifesto di Ventotene con studenti e lettori di tutta Italia sulla app per il social reading Betwyll, e dal vivo, con una serie di workshop condotti da ABCittà a Torino e Genova e finalizzati a testare i contenuti di un ‘kit anti pregiudizio’ per i luoghi della cultura, realizzato al termine del progetto e disponibile gratuitamente online. A questi si sono aggiunti vari eventi di approfondimento e restituzione: il 9 e il 14 maggio 2018 al Polo del ‘900 di Torino, per celebrare la Festa dell’Europa, in collaborazione con la Fondazione Carlo Donat-Cattin all’interno del programma del Salone Off; il 18 luglio 2018, ai Bagni Pubblici di Via Agliè alla presenza dell’europarlamentare Daniele Viotti; il 3 settembre 2018, sull’isola di Ventotene in occasione della settimana federalista; il 27 settembre 2018, di nuovo al Polo del ‘900 per presentare con una mostra esperienziale l’esito del percorso laboratoriale e il kit anti pregiudizio che ne è nato.
I luoghi - Dai Bagni Pubblici di Via Agliè a Torino, il progetto ha coinvolto il territorio di Barriera di Milano – che, per composizione demografica e posizione geografica, rappresenta meglio di ogni altro quartiere della città un laboratorio di innovazione sociale e culturale – per aprirsi al Polo del ‘900 – centro culturale torinese “aperto alla cittadinanza e rivolto soprattutto alle giovani generazioni e ai nuovi cittadini” – e di riflesso a tutta la città, fino a creare un ponte con Genova, città da sempre caratterizzata da fenomeni di migrazione, con una consolidata presenza di organizzazioni e di buone pratiche virtuose che promuovono esempi di convivenza.
I numeri - Due round di social reading (dal 19 marzo al 21 aprile 2018 e dal 15 ottobre al 19 novembre 2018), 3.000 studenti partecipanti da 150 classi di 92 scuole da 15 regioni italiane, 3.169 commenti al testo pubblicati sulla app Betwyll. 4 workshop con studenti, abitanti e operatori per riflettere su pregiudizi e stereotipi, automatismi e luoghi comuni e interrogarsi su che cosa definisca, oggi, l’identità europea. 1 mostra esperienziale al Polo del ‘900 per presentare l’esito di questo percorso laboratoriale e il kit anti-pregiudizio che ne è nato. 2 eventi di approfondimento organizzati con la Fondazione Carlo Donat-Cattin all’interno del programma del Salone Off al Polo del ‘900 di Torino per celebrare la Festa dell’Europa. 1 evento di restituzione ai Bagni Pubblici di Via Agliè alla presenza dell’europarlamentare Daniele Viotti. 1 evento finale sull’isola di Ventotene in occasione della settimana federalista.
Il progetto è stato realizzato da Associazione Culturale Twitteratura in collaborazione con ABCittà e Cooperativa Liberitutti e con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo e della Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando “Polo del 900” da cui ha preso avvio l’attuale attività della Fondazione nell’ambito della missione Favorire Partecipazione Attiva dell’Obiettivo Cultura sui temi della cittadinanza attiva e della partecipazione giovanile. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi