DISCOVEREU: ALTRI 12000 TITOLI DI VIAGGIO GRATUITI PER I DICIOTTENNI CHE VOGLIONO SCOPRIRE L'EUROPA

DISCOVEREU: ALTRI 12000 TITOLI DI VIAGGIO GRATUITI PER I DICIOTTENNI CHE VOGLIONO SCOPRIRE L

BRUXELLES\ aise\ - Visto il successo del primo ciclo di DiscoverEU, il prossimo 29 novembre la Commissione europea lancerà un secondo concorso per l'aggiudicazione di titoli di viaggio gratuiti.
Tutti i diciottenni dell'UE avranno tempo fino all'11 dicembre 2018 per presentare la domanda per un titolo di viaggio gratuito che darebbe loro l'opportunità di viaggiare attraverso l'Europa tra il 15 aprile e il 31 ottobre 2019. Il primo ciclo di DiscoverEU ha coinvolto migliaia di giovani, che hanno dato vita a una vera comunità diffusa in tutta Europa. Diversi partecipanti che non si erano mai incontrati prima si sono collegati attraverso i social media e hanno formato gruppi per viaggiare da una città all'altra o per farsi visita.
"La scorsa estate circa 15000 diciottenni hanno potuto viaggiare nell'UE, vivendo in prima persona la sensazione di essere europei, scoprendo la diversità e la ricchezza culturale dell'Europa e incontrando persone provenienti da tutta l'Unione”, ha commentato il Commissario Tibor Navracsics, responsabile per l'Istruzione, la cultura, i giovani e lo sport. “Moltissimi partecipanti ci hanno raccontato storie fantastiche, e mi compiaccio che siamo in grado di offrire questa possibilità a più giovani l'anno prossimo!".
Per fare domanda occorre avere 18 anni alla data del 31 dicembre 2018 ed essere disposti a viaggiare tra il 15 aprile e il 31 ottobre 2019 per un periodo fino a 30 giorni.
Gli interessati dovranno presentare la propria candidatura attraverso il Portale europeo per i giovani. Un comitato di valutazione esaminerà le candidature e selezionerà i vincitori.
I candidati saranno informati dei risultati della selezione attorno alla metà di gennaio del 2019.
I candidati prescelti potranno viaggiare da soli oppure in gruppi formati al massimo da cinque persone. Come regola generale, useranno il treno. Tuttavia, affinché possano raggiungere ogni angolo del continente, potranno anche utilizzare mezzi di trasporto alternativi come l'autobus o il traghetto o, eccezionalmente, l'aereo. In questo modo potranno partecipare all'iniziativa anche i giovani che vivono in zone periferiche o sulle isole dell'UE.
Il varo del secondo ciclo di DiscoverEU è stato annunciato dal Commissario Navracsics in occasione di una riunione alla quale hanno partecipato portatori di interessi, rappresentanti dei giovani e dei settori dell'istruzione, dell'inclusione sociale, dei trasporti e del turismo e giovani che hanno preso parte all'iniziativa la scorsa estate. Tale riunione si inquadra nell'ambito dei lavori finalizzati a rendere in futuro l'iniziativa DiscoverEU un'esperienza ancora più efficace ed accessibile. Organizzazioni quali la Rete europea contro la povertà sono state inoltre invitate a discutere dei modi in cui l'inclusione sociale può essere migliorata nei prossimi cicli di DiscoverEU.
PROSSIME TAPPE
Visto il grande interesse suscitato da DiscoverEU e l'opportunità che tale iniziativa offre ai giovani in tutta l'UE, la Commissione europea ha proposto di destinare ad essa 700 milioni di euro nell'ambito del futuro programma Erasmus nel prossimo bilancio a lungo termine dell'UE dopo il 2020. Se il Parlamento europeo e il Consiglio approveranno la proposta, un altro milione e mezzo di diciottenni potrà mettersi in viaggio tra il 2021 e il 2027.
L'iniziativa DiscoverEU è stata varata lo scorso giugno con una dotazione di 12 milioni di euro nel 2018. Sono stati finora oltre 15000 i giovani che hanno avuto la possibilità di viaggiare attraverso l'Europa grazie ad essa. Quest'anno è l'Anno europeo del patrimonio culturale e i viaggiatori hanno avuto la possibilità di partecipare ai numerosi eventi organizzati per l'occasione per celebrare il patrimonio culturale dell'Europa. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi