“L’UE DELLA POST PANDEMIA”: L’EURISPES AL 30° FORUM ECONOMICO DI KRYNICA

“L’UE DELLA POST PANDEMIA”: L’EURISPES AL 30° FORUM ECONOMICO DI KRYNICA

ROMA\ aise\ - Sarà il futuro dell’Europa nell’era del Coronavirus il tema centrale della 30esima edizione del Forum Economico di Krynica, in Polonia, l’incontro più importante tra le élites politiche ed economiche dell’Europa centrale e orientale che vede l’Eurispes come uno dei principali partner istituzionali della Conferenza. Anche quest’anno, dunque, il meeting trasformerà la cittadina polacca nel cuore politico ed economico del continente europeo, dall’8 al 10 settembre, con i suoi oltre 4mila ospiti, tra leader politici, esperti di economia e sociologi, e circa 600 giornalisti.
I partecipanti arriveranno da oltre 60 paesi tra Europa, Asia e America. Ciascuno darà il suo contributo per creare un clima favorevole allo sviluppo della cooperazione politica ed economica tra gli Stati membri dell’Ue e i loro vicini, e per discutere del tema “L’Europa dopo la pandemia: solidarietà, libertà, comunità?”.
Parteciperanno all’evento, in rappresentanza dell’Eurispes, il Prof. Fabrizio Zucca, membro del Comitato Scientifico dell’Istituto, e Ludovico Semerari, del Dipartimento Internazionale. L’intervento del Prof. Zucca verterà su “La rendicontazione non finanziaria e il Bilancio Integrato: una evoluzione della responsabilità sociale delle imprese – CSR necessaria per affrontare le sfide dello sviluppo sostenibile e dell’economia circolare”, mentre il Dott. Semerari interverrà durante il panel di discussione relativo al tema dello sviluppo sostenibile con una relazione dal titolo “La sfida della sostenibilità, il Green Deal europeo e il ruolo delle Banche di Sviluppo BEI e BERS”, proponendo una analisi e valutazione sulla nuova strategia “verde” dell’Unione europea, sulla condizionalità e opportunità che offre agli operatori pubblici e privati e sull’importanza dei principali strumenti finanziari e creditizi utilizzati dall’Ue per sostenere le politiche e i progetti di ripresa economica e sviluppo sostenibile.
L’Eurispes intende offrire il suo contributo per individuare una risposta alla domanda principale che sarà tema di dibattito della sessione: secondo l’Agenda adottata ne 2015 da tutti i paesi delle Nazioni Unite con la risoluzione dell’Assemblea Generale, tutti i suoi obiettivi dovrebbero essere raggiunti entro il 2030. Come possono le società europee collaborare tra loro per raggiungere gli obiettivi prefissati di sviluppo sostenibile? (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi