PMI: IL NUOVO QUADRO FINANZIARIO PLURIENNALE EUROPEO 2021-2027

PMI: IL NUOVO QUADRO FINANZIARIO PLURIENNALE EUROPEO 2021-2027

BRUXELLES\ aise\ - Il Nuovo programma per il mercato unico. Sarà questo l’oggetto del dibattito pubblico che si terrà il 3 aprile al Parlamento europeo. Intervengono, tra gli altri, Fabio Massimo Castaldo (Vice presidente del Parlamento europeo), gli eurodeputati Paolo de Castro (Commissione AGRI) ed Elisabetta Gardini (Comitato ENVI), il professore Edward I. Altman (Professore dell’università di New York), Evelin Zubin (Presidente della Fondazione CSMARE). L’obiettivo è quello di informare le PMI sulle nuove misure di accesso alle risorse finanziarie messe a disposizione dalla Commissione europea.
Le PMI rappresentano più del 99% delle realtà imprenditoriali nell'Unione europea e possiedono un valore economico rilevante e fondamentale. Negli ultimi anni, le imprese si trovano di fronte ad importanti difficoltà quali la globalizzazione, la digitalizzazione ed i costi finanziari elevati. Per questo le PMI hanno bisogno di innovarsi, modernizzarsi e cambiare il proprio assetto organizzativo. Per fare ciò, le società necessitano del supporto dell’Unione europea.
“O si corre tutti insieme oppure la singola impresa non riuscirà da sola a superare le difficoltà. Per questo è importante - sottolinea Evelin Zubin, Presidente della Fondazione CSMARE - un supporto attivo per il mondo imprenditoriale per cogliere tutte le opportunità che deriveranno dal cambiamento".
Per agevolare ulteriormente le loro attività economiche, sono stati stanziati dalla Commissione europea 4 miliardi di euro per il “Nuovo programma per il mercato unico” e 2 miliardi di euro per il Fondo InvestEu studiato appositamente per i finanziamenti alle piccole e medie imprese. In tal modo 635 mila imprese potranno beneficiare di tali finanziamenti. Tuttavia, la crescita economica non è il solo fronte considerato. A questo si aggiunge la protezione dei consumatori e la trasparenza nella concorrenza e nella divulgazione delle statistiche europee.
“Il Fondo europeo per la Difesa è un’iniziativa che ho seguito fin dall’inizio nelle competenti commissioni del Parlamento europeo – spiega Fabio Massimo Cataldo, vicepresidente del Parlamento europeo - e ha lo scopo di aumentare, sul lungo periodo, la competività delle imprese europee”. (rita pia prota\aise) 

Newsletter
Archivi