Gestione della migrazione: dall’Ue finanziamenti a Cipro, Spagna, Grecia, Italia e Polonia

BRUXELLES\ aise\ - Oggi la Commissione europea ha concesso 171 milioni di di finanziamenti per progetti a sostegno dei sistemi di accoglienza, asilo e rimpatrio a Cipro, Spagna, Grecia, Italia e Polonia. Si tratta, spiegano da Bruxelles, del risultato di un bando di gara lanciato all'inizio del 2022 nell'ambito del Fondo Asilo, migrazione e integrazione per finanziare progetti negli Stati membri sotto pressione.
In particolare, il sostegno a Cipro sarà destinato alla costruzione di un alloggio e di centri di pre-partenza nella zona di Menoyia, a Larnaka.
In Spagna il sostegno andrà a rafforzare la capacità del sistema di accoglienza a Ceuta e nelle isole Canarie, contribuendo così ad attenuare il sovraccarico della capacità di accoglienza derivante dall'aumento della pressione migratoria.
Il progetto dell'Italia si concentrerà sul rafforzamento della capacità del sistema di accoglienza dall'arrivo a tutte le fasi dell'accoglienza, al fine di proteggere e assistere i minori e le donne rifugiati più vulnerabili.
Il sostegno finanziario alle organizzazioni internazionali in Grecia contribuirà a migliorare la qualità della protezione nei confronti dei richiedenti asilo ospitati nel sistema di accoglienza. Questo sostegno andrà in particolare alla gestione personalizzata dei rifugiati in situazione di vulnerabilità e al supporto all'istruzione per i bambini in età scolare rifugiati in Grecia.
Infine, il finanziamento attribuito all'Organizzazione internazionale per le migrazioni (OIM) in Polonia sarà destinato prevalentemente a rafforzare un approccio all'assistenza diretta basato sui diritti e sensibile alla protezione e a migliorare le procedure di rimpatrio.
Nuovi bandi potrebbero essere programmati nell'ambito del bilancio 2023 del Fondo Asilo, migrazione e integrazione (AMIF). (aise)