Il Parlamento Ue commemora il Giorno della Memoria

BRUXELLES\ aise\ - Anche il Parlamento europeo, 77 anni dopo la liberazione del campo di concentramento nazista di Auschwitz avvenuta il 27 gennaio 1945, commemorerà il Giorno della Memoria. Domani, giovedì 27 gennaio, Margot Friedländer, sopravvissuta all’Olocausto, si rivolgerà ai deputati in una sessione plenaria speciale per il Giorno della Memoria per le vittime dell’Olocausto.
La cerimonia inizierà alle 12.30 con un discorso della Presidente del Parlamento europeo, Roberta Metsola, a cui seguirà un intermezzo musicale. La centenaria Margot Friedländer, sopravvissuta all'Olocausto, si rivolgerà poi ai deputati. La commemorazione si concluderà con un minuto di silenzio in onore delle vittime dell'Olocausto e un secondo interludio musicale.
Margot Friedländer è nata nel 1921 a Berlino. Nel 1943, sua madre e suo fratello furono deportati ad Auschwitz dove furono entrambi uccisi. All'età di 21 anni si nascose ma fu rintracciata nel 1944 e deportata nel campo di concentramento di Theresienstadt. Fu l'unico membro della sua famiglia a sopravvivere. Insieme a suo marito Adolph Friedländer, che aveva conosciuto a Berlino e che incontrò di nuovo a Theresiensadt, Margot si trasferì negli Stati Uniti nel 1946. È tornata a Berlino nel 2010.
Margot Friedländer viaggia ancora in Germania, per raccontare la sua storia e la sua esperienza di vita, soprattutto nelle scuole. "Mi ascoltano intensamente", ha dichiarato in un'intervista. "Ho ricevuto - non so - un migliaio di lettere. Io dico loro: quello che è successo non può essere cambiato, ma questo è per voi. Questa è diventata la mia missione". (aise)