Transizione verde: la Commissione Ue annuncia i 12 vincitori dei premi di eccellenza per l'IFP

BRUXELLES\ aise\ - Organizzata ogni anno dalla Commissione europea, la Settimana europea delle competenze professionali riguardo si svolge in tutta Europa e non solo e vuole celebrare le migliori pratiche in materia di istruzione e formazione professionale (IFP), riunendo tutti i soggetti coinvolti (autorità a livello locale, nazionale e regionale, studenti, insegnanti e organizzazioni di istruzione e formazione) per illustrare i benefici offerti dall'IFP sia ai giovani che agli adulti.
L'edizione di quest'anno, la sesta, è dedicata al tema "IFP e transizione verde", per aiutare le persone ad acquisire le competenze necessarie per la transizione verde, in linea con il Green Deal europeo.
In occasione della cerimonia di consegna dei premi di eccellenza per l'IFP, svoltasi ieri, 19 maggio, la Commissione ha annunciato i vincitori di questo premio faro in diverse categorie. Un apprendista contabile dalla Grecia, la regione Piemonte in Italia e un programma svedese di cura degli alberi hanno ricevuto il premio di eccellenza della Settimana europea delle competenze professionali 2022, insieme ad altri 9 vincitori.
"È fantastico vedere tanti candidati e vincitori eccellenti, a testimonianza dei reali benefici che l'istruzione e la formazione professionale possono offrire a tutti, sia ai giovani che agli adulti - ha dichiarato Margaritis Schinas, Vicepresidente per la Promozione dello stile di vita europeo -. Essi illustrano l'impatto trasformativo che l'istruzione e la formazione possono avere sulla carriera e sulla vita delle persone. Vorrei inoltre attribuire una "menzione speciale" ai nostri partner ucraini. Abbiamo collaborato strettamente, anche attraverso la Fondazione europea per la formazione professionale, e continueremo a farlo, per sostenere temi quali le qualifiche, per aiutare il popolo ucraino in questi tempi estremamente difficili."
"La transizione verde può diventare un vero motore del lavoro se le persone ricevono il giusto sostegno di cui hanno bisogno per prosperare nella loro carriera e nei mercati del lavoro in evoluzione - ha aggiunto Nicolas Schmit, Commissario per il Lavoro e i diritti sociali -. I premi di eccellenza per l'IFP ci aiutano a individuare gli approcci migliori per adattarsi all'economia verde, superando le attuali carenze di manodopera in settori chiave quali l'edilizia, l'industria manifatturiera e l'energia. Desidero congratularmi con tutti i candidati e i discenti dell'IFP e ringraziare le migliaia di erogatori di istruzione e formazione professionale per la loro dedizione."
I vincitori di quest'anno
La Commissione ha assegnato 12 premi in quattro categorie e una menzione speciale ad apprendisti, progetti, imprese e regioni dell'UE, dei paesi limitrofi e del vicinato che hanno utilizzato con successo l'IFP per costruire una società più verde, più digitale e più inclusiva.
Tra i vincitori del premio figurano: Evangelos Pouftas, apprendista presso una società di revisione contabile in Grecia, che ha dimostrato il ruolo essenziale degli apprendisti nell'accelerare la transizione digitale delle piccole e medie imprese (PMI) aiutando i clienti della società ad informatizzare il loro lavoro, ad esempio predisponendo servizi online che consentono loro di restare competitivi, in particolare nel contesto della pandemia di COVID-19 e di un incremento del lavoro a distanza.
La Regione Piemonte, con il sostegno del Fondo sociale europeo, ha promosso presso giovani discenti una cultura della sostenibilità nella produzione e nel consumo di alimenti lungo la filiera agroalimentare.
Il progetto "Veteran Tree Management Skills Certification" di Stiftelsen Pro Natura per la certificazione delle competenze di gestione degli alberi veterani. Questo programma svedese, finanziato da Erasmus +, è concepito per innalzare lo standard della cura degli alberi che hanno un valore eccezionale per la conservazione della natura, il paesaggio o la cultura, noti come "alberi veterani".
Oltre ai premi nelle diverse categorie, è stata attribuita una menzione speciale ai partner ucraini che, insieme alla Fondazione europea per la formazione professionale, hanno riformato i loro sistemi di istruzione e formazione concentrandosi sulle qualifiche, sul futuro delle competenze in settori economici fondamentali e sui meccanismi di governance per rendere il loro sistema più moderno e avvicinarlo al sistema dell'UE. (aise)