“GRANDE GUERRA: LE DONNE E LA PROPAGANDA”: CAMILLA PERUCH AD OSLO CON LA DANTE ALIGHIERI

“GRANDE GUERRA: LE DONNE E LA PROPAGANDA”: CAMILLA PERUCH AD OSLO CON LA DANTE ALIGHIERI

OSLO\ aise\ - Lunedì prossimo, 13 novembre, alle 18:30, Camilla Peruch terrà per il Comitato della Dante di Oslo una conferenza dal titolo: “Grande guerra: le donne e la propaganda”.
La conferenza avrà luogo nella sala eventi dell'Istituto Italiano di Cultura di Oslo e si inserisce nell’ambito delle commemorazioni organizzate dal Comitato della Dante di Oslo per il centenario della Grande Guerra 1915-1918.
Camilla Peruch terrà la stessa conferenza anche per i comitati della Dante di Trondheim (14 novembre), Bergen (15 novembre) e Kristiansand (16 novembre).
La Grande Guerra determinò necessariamente l’ingresso di un numero considerevole di donne nel mondo del lavoro. Giornali e riviste segnalarono questo cambiamento della società, questa modernità e la propaganda iniziò ad utilizzare la figura femminile nella stampa per i soldati, nei manifesti e nelle cartoline illustrate per lanciare messaggi patriottici e inviti a sostegno del conflitto. Alla donna furono affidati ruoli ben precisi e variegati: doveva essere la sposa fedele che attendeva l’eroe a casa, la madre generosa che offriva il figlio per la vittoria, ma anche la spia ammiccante che circuiva il nemico o la prostituta disponibile che soddisfaceva i bisogni del soldato. Fu dunque vera emancipazione?
Laureata in Lettere e diplomata in Pianoforte, Camilla Peruch si occupa di ricerca storica e didattica della Grande Guerra presso musei e istituti scolastici. È curatrice di mostre storiche e autrice de “La storia ritrovata del soldato József Kiss” (Kellermann, 2016) e de “Il Corriere dei Piccoli va alla guerra” (Kellermann, 2015). Ha inoltre collaborato alla pubblicazione de” La Grande Guerra e la memoria nel Museo della Battaglia di Vittorio Veneto” (Kellermann, 2008). Recentemente ha lavorato all’allestimento della mostra “La Carità Colpita” sui bombardamenti aerei austro-tedeschi della “Scuola Grande di San Marco” (all’epoca Ospedale Civile) di Venezia avvenuti il 14 agosto 1917. La mostra è stata inaugurata all’Ospedale Civile di Venezia il 6 ottobre e resterà aperta fino al 30 novembre. (aise)

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi