ALL’IIC DI BERLINO IL CONCERTO CARDAROPOLI E FERRO PER CAPODANNO 2020

ALL’IIC DI BERLINO IL CONCERTO CARDAROPOLI E FERRO PER CAPODANNO 2020

BERLINO\ aise\ - Andrà in scena venerdì 10 gennaio dalle 19.00 alle 21.00 presso l’Istituto Italiano di Cultura di Berlino, in collaborazione l’Accademia Chigiana di Siena, il Concerto di Gennaro Cardaropoli e Alberto Ferro, dal titolo “Capodanno 2020”.
I due musicisti rappresentano due eccezionali talenti dell’Accademia Chigiana e presenteranno musiche di Beethoven, Petrassi, Stravinskij, Paganini e Rota.
Gennaro Cardaropoli, con il suo violino, è considerato uno dei migliori giovani talenti italiani di oggi. Il suo debutto discografico con la Warner Classics è del 2019, in coppia con il pianista Alberto Ferro. Il duo viene invitato regolarmente nelle principali stagioni cameristiche italiane. Si esibisce come solista con l’Orchestra Verdi di Milano diretta da Zhang Xian (concerto di Tchaikovskj), con l’Orchestra della Radio della Svizzera italiana diretta da Arturo Tamayo (concerto di Ligeti) e al Festival di Brescia e Bergamo sotto la direzione del Maestro Alessandro Bonato. Viene regolarmente invitato dall’Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano - con la quale ha già eseguito i concerti di Vivaldi, Mendelssohn, Paganini e Brahms - e dall’Orchestra Sinfonica Verdi di Salerno. Nato a Salerno nel 1997, a soli 9 anni si esibisce alla presenza di Sua Santità Papa Benedetto XVI nella sala Nervi del Vaticano in diretta Rai. Si diploma a 15 anni presso il Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino con il massimo dei volti e menzione d’onore. Successivamente si perfeziona con i Maestri Vadim Brodsky, Salvatore Accardo, Boris Belkin, Zachar Bron e Shlomo Mintz. Ottiene la laurea presso il Conservatorio della Svizzera Italiana con il M° Pavel Berman.
Nato a Gela nel 1996, Alberto Ferro e ha iniziato gli studi di piano con la madre all’età di 7 anni e ha tenuto il suo primo recital all’età di 13 anni. Nel 2018 ha conseguito il Diploma accademico di secondo livello con il massimo dei voti e la lode presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Vincenzo Bellini" di Catania, sotto la guida del maestro Epifanio Comis, il suo mentore di sempre. Ha inoltre frequentato numerosi corsi di perfezionamento con pianisti di fama internazionale, quali Michel Béroff, Dina Yoffe, Leslie Howard, Elisso Virsaladze, Joaquín Achúcarro, Richard Goode, Jörg Demus e Vladimir Ashkenazy. Tra i numerosi premi vinti in concorsi nazionali ed internazionali spiccano: il 2° premio, il premio della critica e il premio speciale Haydn al “Ferruccio Busoni” di Bolzano (2015); il 1° premio al “Premio Venezia” (2015); il 6° premio e il premio del pubblico al “Regina Elisabetta” di Bruxelles (2016); il premio come finalista e il premio Children's Corner al "Clara Haskil" di Vevey (2017); il 1° premio e il premio del pubblico al "Telekom - Beethoven" di Bonn (2017). Ha tenuto concerti per importanti associazioni e festival italiani ed europei, quali il Copenhagen Summer Festival, l'Unione Musicale di Torino, il Bologna Festival, il Ravello Festival, gli Amici della Musica di Firenze e tanti altri. Attualmente svolge un'intensa attività concertistica anche come camerista: dal 2016 collabora con il violinista salernitano Gennaro Cardaropoli. (aise) 

Newsletter
Archivi