“PILLOLE DI VITA PRATICA” PER GLI ITALIANI IN LUSSEMBURGO: DUE NUOVE INIZIATIVE DEL COMITES PER LA NUOVA MOBILITÀ

“Pillole di vita pratica” per gli italiani in Lussemburgo: due nuove iniziative del Comites per la nuova mobilità

LUSSEMBURGO\ aise\ - Da questo mese di febbraio prendono il via due importanti iniziative indirizzate agli espatriati e alla nuova mobilità italiana e italofona nel Granducato di Lussemburgo.
Pillole di vita pratica” sono i podcast radiofonici in onda da sabato 13 febbraio per due sabato al mese all’interno della trasmissione italiana “Voices”, in onda dalle 10 alle 11.30 sulle frequenze nazionali di Radio Ara (MHZ 105.2 e 102.9 e in streaming) che saranno realizzati dall’equipe di PassaParola asbl (association sans but lucratif), l’associazione che, dal 2004, edita la rivista PassaParola Magazine (anche online).
Dal 23 febbraio, poi, aprirà lo Sportello “Italiani in Lussemburgo”, gestito dal Comitato di Lussemburgo della Società Dante Alighieri (ladante.lu/), situato nella sede di rue St. Ulric, 25, nel cuore della capitale Luxembourg-ville.
Capofila dell’iniziativa il Comites Lussemburgo che, con il sostegno dell’Ambasciata d’Italia in Lussemburgo, i contributi della Direzione generale per gli italiani all'estero del MAECI e il supporto delle due associazioni, attiva i due servizi con l’obiettivo di favorire l’inserimento nei contesti locali dei componenti dei nuovi flussi migratori italiani.
Lo scopo è quello di informare i tanti italiani che arrivano nel Granducato per vivere e lavorare fornendo indicazioni sulle tappe amministrative e burocratiche, spiegando diritti e doveri del Paese d’accoglienza. Chiarendo le idee su fisco, pensioni, assistenza legale, sindacale, assegni familiari. Senza tralasciare le procedure per la doppia nazionalità e qualche consiglio per chi è alla ricerca di un alloggio, lavoro o della scuola per i figli. Con uno sguardo alla storia dell’emigrazione italiana che qui vede gli italiani protagonisti da oltre un secolo.
La popolazione straniera di Lussemburgo è in continua crescita: circa il 48 % della popolazione ha un passaporto non lussemburghese. I dati dell’ultimo Rapporto italiani nel mondo della Fondazione Migrantes, comparati con quelli degli anni precedenti, ci indicano un numero di italiani che aumenta di circa 1 000 unità all’anno. Gli italiani residenti in Lussemburgo sono 30.073 (2020). (aise)



Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli