REFERENDUM: COSTITUITI I COMITATI PER IL NO IN EUROPA

REFERENDUM: COSTITUITI I COMITATI PER IL NO IN EUROPA

ROMA\ aise\ - Pur in presenza di legittimi dubbi sulla conferma della data del 29 marzo – alla luce dell’emergenza coronavirus – si sono costituiti in questi giorni diversi “Comitati per il NO” al referendum animati dagli italiani residenti all’estero.
A rilanciare la notizia è il senatore di Forza Italia Raffaele Fantetti.
Il coordinamento delle attività è ormai assicurato nel Regno Unito, in Francia, in Germania ed in Spagna.
Oltre alle motivazioni che animano i comitati attivi in Italia, con i quali esiste un coordinamento continuativo, i comitati all’estero, si sottolinea, “fanno specificamente leva sulle drastiche conseguenze che la revisione costituzionale avrebbe sulla rappresentanza parlamentare degli Italiani residenti all’estero. Il numero di 4 senatori e 8 deputati in rappresentanza di circa 6 milioni di cittadini iscritti all’A.I.R.E. non rispetta il principio di proporzionalità tra elettorato attivo e passivo. In particolare, per la ripartizione Europa dove risiedono oltre il 50% degli iscritti, sarebbero previsti un solo senatore e tre deputati”.
Alla base di queste considerazioni vi è anche uno specifico “ricorso per conflitto di attribuzioni tra poteri dello Stato” presentato proprio sal senatore Fantetti lo scorso 10 gennaio e attualmente al vaglio di ammissibilità da parte della Corte Costituzionale.
Tutti gli eventi e le attività promosse dai comitati sono disponibili online e sui social media.
Per informazioni, visitare il sito www.noino.eu o contattare i singoli coordinatori.
Regno Unito – Matteo Cerri, @noino_UK, comitatiuk@gmail.com
Francia – Matteo Ghisarberti, m.ghisarberti
Germania – Luca Tagliaretti, luca.tagliaretti@yahoo.com
Spagna – Alessandro Zehentner, alessandro.zehentner@gmail.com. (aise) 

Newsletter
Archivi