Tblisi: due francobolli dedicati al 30° anniversario del ristabilimento di relazioni diplomatiche fra Italia e Georgia

TBILISI\ aise\ - A concludere le celebrazioni dei 30 anni del ristabilimento delle relazioni diplomatiche fra Italia e Georgia, festeggiato all’insegna di eccellenti rapporti in campo politico, economico e scientifico-culturale tra i due Paesi, una straordinaria iniziativa congiunta: l’emissione parallela - da parte del Ministero delle Imprese e del Made in Italy e delle Poste Georgiane - di due francobolli che riproducono un disegno raffigurante la Cattedrale di Bichvinta di Cristoforo Castelli, religioso italiano che operò per quasi venticinque anni in Georgia nel corso del XVII secolo.
Ieri, 27 gennaio, presso la Biblioteca Nazionale Parlamentare della Georgia si è svolta la presentazione del francobollo stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A. (con la tiratura di 350.010 esemplari) e del francobollo stampato dalle Poste Georgiane (con la tiratura di 20.000 esemplari). Sono intervenuti alla presentazione il viceministro dell’Economia e dello Sviluppo Sostenibile della Georgia, Guram Guramishvili, l’ambasciatore d’Italia a Tbilisi, Enrico Valvo, il direttore delle Poste Georgiane, Levan Chikvaidze, e il direttore della Biblioteca Nazionale Parlamentare della Georgia, Giorgi Kekelidze.
Nel suo intervento l'ambasciatore Valvo ha sottolineato che la scelta di adoperare uno degli innumerevoli disegni, realizzati in loco da Cristoforo Castelli e custoditi oggi nella Biblioteca Comunale “Leonardo Sciascia“ di Palermo, intende rendere testimonianza dell’intensità e della profondità storica dei legami fra i due Paesi, così come del contributo assicurato dagli Italiani alla formazione, nella famiglia culturale europea, di una maggiore conoscenza circa la Georgia. “L’anniversario del trentennale del ristabilimento delle relazioni diplomatiche fra Italia e Georgia”, ha aggiunto l’ambasciatore Valvo, rappresenta la naturale occasione non solo per constatare con soddisfazione il percorso compiuto insieme negli ultimi tre decenni, ma anche per ripercorrere una plurisecolare tradizione di collaborazione e amicizia”. (aise)