UNGARO (IV): UN CONSOLATO ITALIANO ANCHE ALLE CANARIE PER LA COMUNITÀ ITALIANA SEMPRE PIÙ NUMEROSA

UNGARO (IV): UN CONSOLATO ITALIANO ANCHE ALLE CANARIE PER LA COMUNITÀ ITALIANA SEMPRE PIÙ NUMEROSA

ROMA\ aise\ - “Ho chiesto con urgenza al Ministro Di Maio l’apertura di un consolato italiano alle Canarie. Negli ultimi anni, il numero di italiani alle Canarie č quasi raddoppiato e, nel 2018, si sono registrati oltre 46.000 italiani residenti, il che significa un aumento di circa l’87% dal 2008 allo scorso anno”. Ne dà notizia Massimo Ungaro, deputato di Italia Viva eletto in Europa.
“Tra questi – continua Ungaro - quasi un terzo sono pensionati che, attirati dal minore costo della vita e dal clima incredibilmente gradevole, hanno deciso di trascorrere il loro pensionamento proprio in questo arcipelago spagnolo. Il resto, si divide tra imprenditori e giovani lavoratori, impiegati per lo più nel settore del turismo e della ristorazione e dei servizi alle crociere, nonché alcuni italo-argentini e italo –venezuelani che hanno trovato "rifugio" dalle crisi economica e politica dei loro paesi latinoamericani”.
“Grazie alla sua bellezza naturale l’arcipelago delle Canarie ogni anno è meta di turismo europeo e in particolare di italiani tutte le stagioni”, annota Ungaro, che per tutte queste ragioni “e per le difficoltà e per il costo nel raggiungere il consolato generale italiano di Madrid”, sostiene la necessità “dell’apertura di un ufficio consolare in loco che possa, tra l’altro, essere inserito nella lista delle sedi consolari aderenti al progetto pilota del Ministero dell’Interno per il rilascio della Carta d’identità elettronica all’estero”. (aise) 

Newsletter
Archivi