VITA DA AMBASCIATORE

Vita da ambasciatore

ROMA – focus/ aise - Ambasciatrice italiana ad Atene, Patrizia Falcinelli ha incontrato ieri il Ministro greco per il Turismo Charis Theocharis, per esaminare le prospettive di ripresa del settore turistico in Italia e in Grecia, segnato dalla pandemia da Covid-19.
Grecia e Italia, due delle più ambite destinazioni turistiche internazionali con grandi potenzialità di ulteriore sviluppo, - rimarca l’Ambasciata – lavorano fianco a fianco, anche a livello europeo e in ogni foro multilaterale, per consentire la ripresa in sicurezza dei flussi turistici.
Durante il colloquio sono state inoltre esaminate le modalità per approfondire ulteriormente la già “fruttuosa collaborazione bilaterale” nel settore, con particolare riferimento a ogni iniziativa che possa elevare la cooperazione in ambito consolare e dell’assistenza ai connazionali: nel 2019 sono stati oltre un milione e cinquecentomila i turisti italiani che si sono recati in Grecia e circa 400.000 i turisti greci in Italia. Numeri costantemente in crescita nel triennio 2017-2019 e che, considerati gli innati legami di amicizia e familiarità tra greci e italiani e il profondo amore reciproco per i due Paesi, saranno verosimilmente confermati e superati una volta terminata l’emergenza pandemica.
Accompagnato dall'Addetto per la Difesa, Capitano di Vascello Simone Malvagna, l'Ambasciatore Guariglia è stato ricevuto dal Direttore del Centro, Ambasciatore Sorin Ducaru, e dal Vice Direttore, Generale di Brigata Giuseppe D’Amico.
Guariglia ha assistito a specifiche presentazioni sulle molteplici delicate attività svolte dal Centro e, a margine, ha potuto incontrare gli altri 15 specialisti italiani del settore lì impiegati, riconoscendo "l'importante contributo da loro prestato nell'ambito di un presidio moderno e vitale per il consolidamento della postura europea nello scenario geopolitico".
L’ambasciatore d’Italia a Malta, Fabrizio Romano, ha avuto uno scambio di idee ed esperienze durante una videoconferenza con una importante rappresentanza di membri dell’Associazione dei Docenti Universitari e Ricercatori Italiani a Malta (ADURIM).
L’ADURIM riunisce professori e docenti italiani dell’Università di Malta ed altresì ricercatori che operano presso Laboratori e Istituti di Ricerca stabilitisi negli ultimi anni sull’Isola.
L’ambasciatore Romano ha constatato l’elevato e qualificato livello della presenza italiana nel mondo Accademico maltese, affermando la piena collaborazione dell’Ambasciata nelle diverse iniziative dell’associazione. Un punto di situazione dopo le prime settimane di Brexit, i progetti per la promozione economica e culturale, lo stato delle relazioni politiche e industriali. Sono i temi trattati nella riunione presieduta ieri, 17 febbraio, dall’ambasciatore a Londra Raffaele Trombetta con i responsabili degli uffici del sistema Italia presenti nel Regno Unito.
Con Banca d’Italia, ICE, ENIT e Camera di Commercio l’Ambasciatore ha passato in rassegna le principali questioni emerse in questo primo periodo di adattamento ai nuovi adempimenti ai quali sono chiamate le imprese e i soggetti economici e finanziari italiani. Dalle nuove procedure doganali alle tipologie di visti di lavoro necessari, si registra una forte domanda di informazioni ed assistenza. “Continuiamo a dare priorità alle imprese riscontrando le richieste che ci vengono sottoposte ed evidenziando nella comunicazione esterna i contenuti dei portali internet e delle campagne informative realizzate da Ambasciata e ICE negli ultimi mesi”, è stata la raccomandazione dell’ambasciatore, il quale ha sottolineato anche l’attenzione prioritaria riservata ai connazionali residenti nel Regno attraverso la piena operatività assicurata, nonostante la pandemia, dai Consolati a Londra ed Edimburgo e l’imminente riapertura del consolato a Manchester.
Passate in rassegna anche le attività di collaborazione bilaterale in atto nei vari settori, con sostenibilità e transizione ecologica a fare da filo conduttore. “Le presidenze parallele di G7 (UK) e G20 (Italia) e il summit di fine anno sul clima, “COP26”, fanno da cornice al rafforzamento in corso del dialogo politico, alla prosecuzione della positiva collaborazione di polizia e all’approfondimento delle relazioni nel comparto Difesa”, ha detto l’ambasciatore Trombetta, ricordando l’importanza di un’azione coordinata dell’intero sistema Italia lungo tali assi.
La riunione ha consentito inoltre di mettere a fuoco il ricco calendario di attività di promozione economica e culturale dei prossimi mesi, per la cui realizzazione l’Ambasciatore ha invitato a fare un uso sempre più efficace ed evoluto degli strumenti digitali, in linea con i piani e le indicazioni del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Attenzione sarà riservata in particolare alle opportunità offerte alle imprese italiane dal mercato britannico e agli eventi per commemorare i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri.
(focus\ aise) 

Newsletter
Archivi