INCONTRI E PROGETTI: IL 2019 DEL CONSOLATO GENERALE A PARIGI

INCONTRI E PROGETTI: IL 2019 DEL CONSOLATO GENERALE A PARIGI

PARIGI\ aise\ - Al Consolato generale d’Italia a Parigi “il lavoro è ripreso a pieno ritmo e siamo impegnati ad occuparci di tutti i progetti e le novità che avevamo annunciato nei mesi passati”. È quanto scrive la Console generale Emilia Gatto nel primo messaggio del 2019 indirizzato ai connazionali residenti nella circoscrizione in cui riassume gli appuntamenti passati e anticipa quelli futuri.
“In questo primo mese e mezzo di attività – ricorda Gatto – due sono stati gli eventi di rilievo che desidero ricordare: la prima Giornata dell’immigrazione italiana e la VI giornata di Orientamento. La prima Giornata dell’immigrazione italiana tenutasi sabato 26 gennaio e organizzata dal Comites in collaborazione con il Consolato nei nostri locali, ha visto la partecipazione di più di 300 persone ed è stata un momento qualificante dell’apertura annuale. Occasione per indirizzare gli auguri di Buon Anno alla collettività, l’evento si inquadrava nel contesto del progetto reso possibile grazie al prezioso sostegno della Direzione Generale degli Italiani all’Estero e delle Politiche Migratorie del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, per celebrare l’immigrazione italiana in Francia. Si concluderà con una seconda giornata a fine novembre 2019, nella quale si farà il punto sugli sviluppi del processo di raccolta di testimonianze del passato e si guarderà al futuro e alle nuove generazioni”.
La sesta giornata di Orientamento, “evento ormai consolidato” sottolinea la Console generale, “si è tenuta con successo il 9 febbraio con la partecipazione di oltre 250 studenti provenienti dal liceo italiano Leonardo da Vinci di Parigi, dalle sezioni italiane dei licei internazionali Honoré de Balzac di Parigi e Saint-Germain-en-Laye e dalle sezioni ESABAC dei licei Buffon, Monet, Hugo, La Tour, Bellevue di Le Mans, Parc de Vilgénis de Massy, Camus di Bois-Colombes, Rousseau di Sarcelles e Suger di Saint-Denis. Durante la manifestazione oltre 50 accademici e professionisti hanno messo a disposizione la loro esperienza nel guidare i ragazzi nella difficile ma cruciale scelta del loro futuro, esponendo il proprio percorso formativo e rispondendo alle loro domande. L’evento diviso in due sessioni è stato introdotto nella prima parte, dedicata alle materie umanistiche e svoltasi durante la mattinata, dal giornalista e politologo Alberto Toscano, mentre la seconda parte dal Vice Governatore della Banca di Sviluppo del Consiglio d’Europa Carlo Monticelli, svoltasi nel pomeriggio, e riguardante le materie scientifiche ed economiche”.
Quanto alle attività in programma, Gatto spiega che “il 2019 sarà un anno speciale poiché coinciderà con la commemorazione dei 500 anni dalla morte del grande artista Italiano Leonardo da Vinci e si susseguiranno numerosi eventi dedicati a questa straordinaria figura del passato. Le manifestazioni culturali non riguarderanno solamente i suoi capolavori conservati qui a Parigi, ma il suo genio verrà celebrato da tutte le istituzioni italiane nel mondo in tutte le sue sfaccettature. Per quanto ci concerne, Leonardo verrà commemorato sia con una conferenza organizzata in collaborazione con AlumniPolimi Parigi e AlumniPolito, nel quadro del “Coordinamento Nuova Mobilità”, intitolata “La città del futuro e le sue opere”, sia durante la Settimana della Cucina Italiana nel Mondo. Abbiamo infatti già iniziato a lavorare a questo nostro tradizionale appuntamento previsto nella sua quarta edizione dal 18 al 24 novembre 2019, per realizzare un programma ricco di appuntamenti e che valorizzi anche il territorio fuori Parigi”.
Gatto ricorda poi la recente istituzione del CAP Paris – Coordinamento delle Associazioni di Professionisti Italiani a Parigi: “coronamento di uno sforzo comune nell’ambito della nuova sinergia venutasi a creare tra il Comites e il Consolato Generale d’Italia a Parigi, il Coordinamento nasce sotto l’egida dell’Ambasciata d’Italia in Francia e con il sostegno della Direzione Generale per gli Italiani all’estero e le politiche migratorie del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Il CAP Paris, che raggruppa dieci Associazioni rappresentative della nuova immigrazione italiana nella regione parigina, mira a recensire gli italiani che si sono trasferiti in Ile-de-France per motivi lavorativi al fine di accrescerne la visibilità in ambito professionale, scientifico e culturale e intende creare nuove occasioni si confronto e di collaborazione con gli esponenti dell’immigrazione tradizionale”.
“Non posso concludere la parte dedicata ai progetti senza un aggiornamento su “L’Italia del Père Lachaise”. Si tratta, come ho avuto modo di dire in passato, di un progetto editoriale che celebra circa 50 personaggi illustri, italiani e francesi di origine italiana, sepolti nel cimitero monumentale del XX arrondissement parigino (fanno eccezione al criterio della cittadinanza italiana alla nascita solo due personaggi che sono stati inclusi per il loro contributo dato all'Italia: Maria Callas e Gioacchino Murat). Siamo lieti – commenta la Console Gatto – che il nostro progetto si sia arricchito del contributo di più di 100 autori, alcuni dei quali sono personaggi noti del mondo dello spettacolo, delle istituzioni e della cultura italiana. Siamo ora attivamente impegnati nella ricerca di sponsor per poter dare all’opera una veste editoriale all’altezza della valenza dell’obiettivo e dei volontari che vi collaborano con entusiasmo. Desidero quindi incoraggiare tutti coloro che ci leggeranno a considerare l’ipotesi di voler sostenere, anche con una piccola offerta, quest’opera dedicata a chi ha donato prestigio e onore internazionale al nostro Paese in ambito culturale, artistico ed economico. Non c’è un limite minimo per dare il proprio contributo, che potrà essere inviato tramite bonifico, assegno o crowdfunding. (www.progettoperelachaise.com) Siamo stati felici di constatare il successo delle due passeggiate promozionali al Père Lachaise, tenutesi domenica 13 gennaio e domenica 17 febbraio, dove i partecipanti hanno potuto usufruire di una visita guidata al cimitero”.
Concludendo, la Console generale ricorda che “il principale appuntamento dell’anno saranno le elezioni per il rinnovo dei membri del Parlamento Europeo previste i prossimi 24 e 25 Maggio 2019. Il Consolato ha già avviato il grande sforzo organizzativo per garantire ad ogni cittadino residente nella circoscrizione consolare il diritto al voto. Come sapete, i connazionali residenti all’estero hanno tre opzioni (alternative) di voto: possono votare in Italia; oppure in Francia per i candidati italiani nei seggi che saranno allestiti da questo Consolato; o infine per i candidati francesi iscrivendosi alla propria Mairie di residenza. In tutti i casi occorre esperire alcune formalità, e vi rimando quindi alle informazioni più dettagliate sul nostro sito, che verranno via via aggiornate”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi