L’AICS IN AFGHANISTAN: UN FRANTOIO ITALIANO PER LA PRODUZIONE DI OLIO D'OLIVA A JALALABAD

L’AICS IN AFGHANISTAN: UN FRANTOIO ITALIANO PER LA PRODUZIONE DI OLIO D

KABUL\ aise\ - Il 14 agosto scorso l'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) ha donato un frantoio al Ministero dell’Agricoltura, Irrigazione e Zootecnia (MAIL) afghano, come previsto dalla componente per l'Afghanistan del progetto regionale "Assistenza tecnica e sostegno ai Ministeri di linea nel settore agricolo con enfasi alla produzione olivicola".
Il progetto mira al miglioramento del settore olivicolo, in particolare alla produzione di olio d’oliva nella provincia di Nangarhar, la quale comprende circa 1500 ettari di uliveti, di cui una buona parte da riabilitare.
Grazie alla disponibilità del nostro Ministero della Difesa, il frantoio è stato trasportato con vettore militare da Verona Villafranca a Kabul e ritirato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS). A seguito dell’avvenuto sdoganamento, il 26 agosto il MAIL ha effettuato la consegna alla Nangarhar Olive Plant a Jalalabad che userà il frantoio.
A metà ottobre, in concomitanza con la raccolta delle olive, l’AICS Kabul organizzerà la formazione del personale afgano addetto all’uso e alla manutenzione del frantoio. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi