LE VIE DEL COMMERCIO ESTERO

LE VIE DEL COMMERCIO ESTERO

ROMA – focus/ aise – Il Ministro degli Esteri della Repubblica del Turkmenistan, Rashid Meredov, e il Direttore del Comitato Scientifico dell’Italian Diplomatic Academy, Renato Caputo, hanno sottoscritto lo scorso 6 novembre, a Milano, il Memorandum of Understanding tra Italian Diplomatic Academy e l'Istituto di Relazioni Internazionali della Repubblica del Turkmenistan.
La Cerimonia si è svolta a Milano, nell’ambito del Business Forum Italia-Turkmenistan, organizzato da Agenzia-ICE e dal Ministero dello Sviluppo Economico, in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, l’Ambasciata d’Italia ad Ashgabat e l’Ambasciata Turkmena in Roma.
Il Forum ha avuto luogo in occasione della visita di un’una ampia delegazione istituzionale turkmena al seguito del Presidente con la presenza delle principali aziende di Stato del settore oil&gas, infrastrutture, petrolchimico e tessile, e di quelle private nei settori agroalimentare, tessile, commercio beni di consumo.
In particolare il Memorandum of Understanding prevede la cooperazione in diversi ambiti, si va dallo scambio di inviti per corsi, seminari e altre attività accademiche organizzate dagli enti firmatari, allo scambio di pubblicazioni ed esperienze nel campo della formazione linguistica. La collaborazione tra i due Enti di formazione comporterà anche lo scambio di conoscenze ed esperienze relative alla organizzazione dei processi formativi nelle istituzioni accademiche.
Per l’Accademia, la Delegazione era composta da Adriano Benedetti, Giuseppe Della Balda, Roberta Facchinetti, Vera Obrijanu, Vittorfranco Pisano e Gianluigi Rossi.
Il Governo italiano era rappresentato dal Sottosegreterio per gli Affari Esteri, Manlio Di Stefano. Tra le autorità presenti della Repubblica del Turkmenistan con cui l’Italian Diplomatic Academy ha potuto confrontarsi sui temi della cooperazione, il vice premier Bahargul Abdyyeva, il Ministro degli Affari Esteri, Rashid Meredov, e Mammetmyrat Geldinyyazov, Ministro dell’Educazione.
Infine, il 7 novembre, il Presidente Mattarella ha incontrato il Presidente della Repubblica del Turkmenistan, Gurbanguly Berdimuhammedow. Si è svolta martedì scorso a Malaga, nell’ambito del Congresso Convergence- The Global Blockchain 2019, la riunione del Gruppo Policy della European Blockchain Partnership, a cui ha partecipato la delegazione italiana del Ministero dello Sviluppo Economico, in qualità di co-chair del gruppo.
Nel corso della riunione, riporta il Mise, sono stati discussi i risultati del questionario redatto da ciascuno Stato Membro sulle priorità della Partnership per il prossimo anno. A tal riguardo, la delegazione italiana ha sostenuto l’importanza di avviare uno specifico progetto pilota sulla tracciabilità dei prodotti europei per promuovere le nostre specificità e tutelare i prodotti da frodi e contraffazioni.
La delegazione italiana ha infine invitato tutti gli esperti del Policy Group il prossimo 16 dicembre a Milano all’evento, organizzato dal MiSE in collaborazione con ICE, che si terrà nell’ambito StartupItalia! Open Summit 2019, dedicato alle iniziative nazionali ed europee dei componenti della European Blockchain Partnership.
È iniziata il 15 novembre, nella sede dell’Istituto italiano di Cultura a Tokyo, la XXXI Assemblea generale dell’Italy Japan Business Group (IJBG), la due giorni di incontri e confronti operativi che rappresenta un importante snodo per i rapporti economici e commerciali fra Italia e Giappone. Sin dal 24 ottobre 1989, allorché nacque su impulso, per la parte italiana, dei tre soci fondatori, ossia ICE, Confindustria e Fondazione Italia Giappone, l’IJBG ha perseguito con successo la propria missione di creare un incontro fecondo ove potessero svilupparsi i rapporti bilaterali fra due Sistemi - Paese facenti parte del G7.
I temi affrontati sono stati di grande importanza per il futuro di entrambe le economie, alle prese con le importanti questioni poste dai nuovi modelli industriali di sviluppo e dalla crescente importanza della sostenibilità economica e ambientale: Smart cities & Renewable Energy; Medical & Healthcare; Digital Economy; Start-up.
Un importante impulso a tali relazioni industriali e commerciali è offerto dall’entrata in vigore, a partire dal primo febbraio 2019, degli accordi EPA, grazie ai quali sono avvenuti l’abolizione o l’alleggerimento dei dazi in/out fra i Paesi dell’Ue e il Giappone, favorendo altresì il proliferare di nuovi investimenti.
L’Assemblea Generale rappresenta il punto di partenza per incontri ed il lancio di nuove attività e contemporaneamente un luogo di verifica dei risultati raggiunti da iniziative nate precedentemente.
L’acting co-Chairman italiano quest’anno è l’ambasciatore Umberto Vattani, attualmente presidente della Fondazione Italia Giappone.
Il co-presidente giapponese è Tamotsu Saito, attuale Chairman of the Board di IHI Corporation.
La Segreteria Organizzativa italiana è affidata all’ICE-Agenzia Ufficio di supporto per la comunicazione, le relazioni esterne e istituzionali mentre la IHI Corporation cura la parte giapponese.
Due giornate dense d’interventi operativi sia di autorevoli relatori italiani che giapponesi. (focus\ aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi