MECCATRONICART: AD ALBA ARTE E CINEMA INSIEME NEL NOME DI CARLO RAMBALDI

MECCATRONICART: AD ALBA ARTE E CINEMA INSIEME NEL NOME DI CARLO RAMBALDI

ALBA\ aise\ - Nella suggestiva cornice della Chiesa di San Domenico ad Alba questa sera l’Associazione culturale “Artepozzo” guidata da Angela Maioli Parodi inaugura la mostra “MECCATRONICART”, dedicata alla figura eclettica e geniale di Carlo Rambaldi.
L’evento è stato ideato e promosso per rendere omaggio a uno dei maestri indiscussi della meccatronica (gli effetti speciali ottenuti con l’unione di meccanica ed elettronica), tre volte Premio Oscar grazie a capolavori che hanno segnato la storia della cinematografia mondiale come King Kong, E.T. e Alien. Proprio di Alien, diretto da Ridley Scott all’inizio della sua carriera e uscito nel 1979, cade quest’anno il quarantesimo anniversario, celebrato con la produzione di nuovi sei cortometraggi dedicati al più letale predatore dello spazio.
Il vernissage avrà inizio alle 17.00 e per l’occasione saranno illustrate le attività della Fondazione culturale “Carlo Rambaldi”, rappresentata per l’occasione dalla vicepresidente Daniela Rambaldi (figlia del Maestro e madrina della manifestazione) e dal direttore esecutivo Giuseppe Lombardi.
Interverranno inoltre il regista Marcello Barretta e il professor Lorenzo Bonini, che avrà anche il compito di introdurre le opere dei pittori, scultori e fotografi presenti nell’esposizione. Saranno presenti il Sindaco di Alba, Carlo Bo, e il neo Presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio.
Le opere in esposizione, accuratamente selezionate, sono diAnna Rota Milani, Elena Cavanna, Grazia Genta, Luciano Cantoni, Laura Zilocchì, Laura Gelli, Laura Tarabocchia, Mirco Colombo, Marco Creatini, Gianfranco Bianchi, Valter Mellano ed Ernesto ”Nilo” Parodi. L’allestimento e la scenografia della chiesa di San Domenico è affidata alla coreografa Marina Adelaide Scorta.
Sempre a cura dell’Associazione “Museo Artepozzo”, nel contesto della mostra ci sarà uno spazio speciale per una personale di Ferdinando Cioffi, uno dei maggiori fotografi-ritrattisti italiani, allievo di grandi maestri quali Richard Avedon e Irving Penn. Dotato di uno stile inconfondibile che gli permette di cogliere l’essenza di una persona e catturarla con l’obiettivo, nel corso degli anni ha ritratto personalità di spicco come Catherine Deneuve, Paul Bocuse, Baron Rothschild, la famiglia Barilla, Louis Vuitton o Fernando Botero.
L’inaugurazione di oggi coinvolgerà anche il coro di musica sacra Famiglia Albesja.
La mostra potrà essere visitata fino al 7 luglio. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi