RICORRENZE, INCONTRI E CONVEGNI: ASSOCIAZIONI IN PRIMA FILA

RICORRENZE, INCONTRI E CONVEGNI: ASSOCIAZIONI IN PRIMA FILA

ROMA – focus/ aise - L’Associazione Famiglia Veneta di Rosario ha festeggiato, sabato 21 settembre, il 35º anniversario di fondazione. Membri del direttivo, soci, collaboratori ed amici si sono ritrovati nella sede sociale per condividere la cena celebrativa. Presenti alla celebrazione, tra altri, il console generale d’Italia a Rosario Martin Brook, il consigliere comunale di Rosario Gabriel Chumpitaz, il presidente del Com.It.Es. Franco Tirelli, il presidente del C.A.V.A. Sandro Granzotto e la coordinatrice MAIE Mirella Giai, già senatrice al Parlamento italiano.
Dopo il saluto di benvenuto del presidente dell’Associazione Mariano Gazzola, il consigliere Chumpitaz ha portato il saluto dell’intero Consiglio Municipale della Città di Rosario e ha annunciato che lo stesso Consiglio, con relativi decreti deliberati nella seduta del 19 settembre 2019, ha dichiarato l’Associazione Famiglia Veneta "Institución Distinguida de la Ciudad", riconoscimento che il massimo organo deliberativo municipale conferisce alle associazioni ed enti non profit che si siano distinti nella promozione della cultura, del sociale e del volontariato. Inoltre, il Consiglio Comunale ha conferito l’onorificenza di "Grupo Distinguido" al Coro Veneto dell’associazione e il diploma di benemerenza a Lucia Molindi, membro della Commissione Direttiva della Famiglia Veneta fin dalla sua fondazione.
Chumpitaz si è detto "molto onorato di rappresentare l’intero Consiglio Comunale in una occasione così importante qual è riconoscere l’operato di une delle associazioni italiane più importanti della città". Infine ha consegnato gli attestati e i diplomi al direttore e alla coordinatrice del Coro, rispettivamente Miguel Angel Solgana ed Eliana Zagolin, a Lucia Molindi e al presidente Gazzola.
Quest’ultimo, accompagnato da tutto il Direttivo, ha ringraziato il Consiglio Comunale per il riconoscimento conferito che, ha detto, "ci incoraggia a continuare con il nostro lavoro". Gazzola ha portato il saluto dell’ex presidente Antonio Gazzola, assente per motivi di salute, e ha ricordato "gli amici che ci hanno lasciato" tra cui i presidenti Lino Baron e Carlo Zagolin, ringraziando infine tutti i collaboratori che in questi 35 anni hanno contribuito alla crescita dell’Associazione.
Dopo la cena, non sono mancati il brindisi e gli auguri e poi la musica e il ballo con cui si è chiusa la serata. Siamo ora in Francia, per un incontro di orientamento rivolto a dottorandi e dottorande, dottori e dottoresse italiani-e per districarsi nei percorsi post-dottorali in Francia. Ad organizzarlo il 1° ottobre a Parigi è l’associazione che riunisce i ricercatori in Francia, Recif, insieme a la Maison de l’Ile de France, con il sostegno del Comites Paris.
Appuntamento dalle 18:00 alle 21:30 alla Maison de l’Ile de France (9 D boulevard jourdan) dove si alterneranno seminari e tavoli tematici sulla preparazione dei concorsi per Enseignants-Chercheurs, ricercatori CNRS, Capes e Agrégation. Durante l’incontro, i relatori spiegheranno come districarsi nell’insegnamento e come valorizzare la propria formazione nelle imprese.
Interverranno Chiara Poletto (INSERM); Alessandro Rudi (INRIA); Fabio Pianese (Nokia Bell Labs); Alberto Ghione (CEA); Giancarlo De Luca (Wynd); Vincenzo Di Bartolo (Institut Pasteur); Valentina Bisconti (Université de Picardie Jules Verne); Alessandra Benuzzi (LULI École Polytechnique CNRS); Lucilla Corrias (Université d'Evry Val d’Essonne); Rossana De Angelis (Université Paris-Est Créteil).
Vediamo ora cosa avviene a Bruxxelles. Istituito il 17 marzo 2014 (anniversario dell'Unità d'Italia), il Centro D.L.C.M., Centro di Ricerca e di Risorse in Didattica/Didattologia delle Lingue-Culture e delle Migrazioni-Mobilità (centroricercadlcm.eu), è stato inaugurato il 9 maggio 2014 (ricorrenza della "Giornata dell'Europa") in occasione del Primo Convegno annuale internazionale "Migrazioni e Mobilità. Ieri, oggi e domani", evento principe che con interventi didattici, promozioni del territorio e pubblicazioni, costituisce l'"Azione" del Centro stesso.
Le precedenti edizioni del Convegno annuale internazionale svolte nel Municipio di Onore (Bergamo), sede del Centro di Ricerca, hanno valso al piccolo comune della Provincia bergamasca la nomea di "Capitale internazionale della Migrazione". Per questa sesta edizione, che vede come fil rouge il tema del "Viaggio e Ricorrenze", ci si è posti l'ambizioso obiettivo di "far viaggiare" il "Sistema Italia/Lombardia/Bergamo" fuori dai confini nazionali con un'indotta operazione di "marketing cultural-territoriale".
Al riguardo sarà significativo l'intervento di Angela Schiavi, già sindaco di Onore, che ne presenterà la ricchezza del territorio come vera "Perla delle Orobie", le Prealpi bergamasche, meritevoli di interesse come meta turistica dove prevale lo spirito riservato, rispettoso e laborioso della popolazione. Un'attitudine che rispecchia l'identità collettiva dell'emigrato italiano che ha "saputo" ancor prima che "dovuto" rispettare e adeguarsi alla realtà di accoglienza all'estero.
Grazie alla disponibilità del Console Generale Raffaele De Benedictis l'evento si è tenuto durante tutta la giornata di venerdì 27 settembre 2019 nel Teatro Garibaldi del Consolato Generale d'Italia a Nizza.
L'opportunità è stata fornita dal precedente contatto con il Comites di Nizza all'occasione di un percorso di ricerca della Direttrice Scientifica del Centro di Ricerca D.L.C.M., Silvana Scandella. Preziosissima infatti la collaborazione del Presidente del Comites Franco Valenti e del Consigliere del C.G.I.E. Enrico Musella, referenti della comunità italiana in Costa Azzurra. Grazie a loro sono stati attivati i contatti con le autorità istituzionali italiane assicurando la presenza del Vicepresidente della Camera dei Deputati, Ettore Rosato, della Senatrice Laura Garavini e dei Deputati Simone Billi, Angela Schirò, Elisa Siragusa della Circoscrizione Estero Europa e dell'On. Flavio Di Muro della Circoscrizione Liguria.
Tra i saluti istituzionali sono attesi quelli dell'Ambasciatrice d'Italia in Francia S.E. Teresa Castaldo.
Tra le autorità francesi in rappresentanza della Ville de Nice interverrà Laurence Navalesi con l'intervento "Evoluzione dell'immigrazione italiana nella regione di Nizza dal XIXo secolo".
Come consuetudine, il Convegno si pone come momento di analisi delle tematiche del fenomeno migratorio in dinamica evoluzione e concretizzando un ponte tra Ricerca e Territorio offre opportunità di sinergie sempre più ampie. La promozione territoriale favorirà anche un approccio tra la Scuola Alberghiera di San Pellegrino Terme e la Scuola Alberghiera Paul Augier di Nizza. Un incontro preliminare tra la Dirigente dell'Istituto Superiore San Pellegrino, Giovanna Leidi, accompagnata dal prof. Celestino Strano, referente del progetto, e da un gruppo di studenti guidati dal prof. Arcangelo Falsone, e il Dirigente dell'École Hotellière et de Tourisme Paul Augier, Denis Férault, porrà le basi per avviare una procedura di scambio favorito nel suo nascere dalla collaborazione con lo Chef Agostino Coppola, Coordinatore della Federazione Italiana Cuochi (FIC).
Tra i temi trattati segnaliamo la ricorrenza del 40° anniversario delle elezioni europee con l'intervento di Alain Chantraine, Direttore Generale Onorario della Commissione Europea; il 60° anniversario di Astérix illustrato da Silvana Scandella come "Mobilità al servizio di una transdidattica delle lingue-culture". E ancora la ricorrenza del 90° anniversario di Tintin e del 50° dello sbarco sulla Luna curato da Annarita Distefano.
Il focus sul "Viaggio migratorio" è presentato dai quattro interventi accademici di Danielle Lévy (L'immigrazione di prossimità: strategie, tensioni, paradossi), di Silvana Scandella (Viaggio nelle dinamiche identitarie in emigrazione: italianità e appartenenze multiple di lavoratori italiani in Belgio), di Tiziana Protti (Significato e funzioni del viaggio di ritorno temporaneo: storie di Italiani residenti nella Svizzera francofona) e di Sabrina Alessandrini (Seconde generazioni e insuccesso scolastico: quando l'impatto della migrazione ostacola i percorsi di scolarizzazione).
A questi si aggiungeranno due testimonianze della "Generazione Erasmus". L'esperienza di Silvia Rota (Dall'Erasmus Mundus in Canada allo scambio universitario in Giappone: esperienza di mobilità studentesca a Toronto e a Nagoya) e di Gianluca Savoldelli (Programma Erasmus in Francia: esperienza di mobilità studentesa a Rouen) con l'aggiunta di un video come omaggio alla città di Nizza di Chiara Scandella apprendente di scuola primaria di un corso propedeutico di FLE in contesto nizzardo.
Concluderà i lavori del Convegno Marco Rota, Presidente dell'Associazione "Teatro Viaggio" con il suo "Viaggio nella Commedia dell'Arte" che all'interno del progetto "Bergamo chiama Europa" supporterà una "Tournée artistica europea" con rappresentazioni teatrali della tipica maschera bergamasca dello Zani come protagonista vedendo impegnato l'Ente Bergamaschi nel Mondo nella promozione del "Sistema Bergamo" in contesto europeo.
In effetti, l'organizzazione si avvale di una privilegiata sinergia con il Circolo di Bruxelles che si pone come interfaccia nel contesto europeo dell'Ente Bergamaschi nel Mondo presieduto da Carlo Personeni.
Al Convegno di Nizza "migreranno" così relatori accademici, autorità istituzionali italiane e francesi contribuendo al consolidamento di una condivisa cittadinanza europea grazie alla spinta propulsiva della mobilità delle idee. (focus\aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi