DANNEGGIATA LA TARGA AI MARTIRI DELLE FOIBE A RAPALLO: LA CONDANNA DEL C10F

DANNEGGIATA LA TARGA AI MARTIRI DELLE FOIBE A RAPALLO: LA CONDANNA DEL C10F

ROMA\ aise\ - È stata danneggiata la scorsa notte da ignoti la targa commemorativa posta ai piedi del monumento dedicato dalla città di Rapallo ai Martiri delle foibe.
A tal proposito ha parlato anche Emanuele Merlino, Presidente nazionale del Comitato 10 Febbraio, che ha espresso “sdegno e condanna per questo vile gesto”. Lo ha definito “un atto vandalico che prende forza dai giustificazionismi sul dramma delle foibe e dell’esodo”. Dopodiché, Merlino ha puntato il dito sulle dichiarazioni che l’ANPI - Associazione Nazionale Partigiani Italiani - ha fatto contro l’intitolazione a Norma Cossetto.
Il Comitato 10 Febbraio, per voce del suo Presidente, ha dunque invitato il Comune di Rapallo a ripristinare al più presto la targa distrutta e ha avanzato alcune proposte per dare una risposta forte ai “vandali”.
“Chi distrugge le targhe ai Martiri delle foibe – ha concluso Merlino – cerca di tappare la bocca a tutti noi. Per questo dobbiamo organizzare eventi capaci di costruire una memoria condivisa”. E con l’occasione, il C10F propone di apporre una targa, in occasione del centenario della firma del Trattato di Rapallo, “simile a quella che già esiste nell’androne del Palazzo comunale”. (aise) 

Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli