A tavola con il Guatemala: i prodotti agroalimentari guatemaltechi conquistano gli imprenditori italiani

ROMA\ aise\ - Si è tenuta mercoledì scorso, 22 settembre, a Roma la prima edizione di “A tavola con il Guatemala”. Una giornata ricca di importanti incontri B2B per promuovere i prodotti agroalimentari di eccellenza di 15 aziende del Paese centroamericano, e favorire sinergie commerciali sul territorio italiano.
La manifestazione è stata organizzata dall’Ambasciata del Guatemala in Italia insieme alla Camera di Commercio e Industria Italiana in Guatemala (CAMCIG), con il sostegno del Ministero degli Affari Esteri (Minex) e del Ministero dell'Economia del Paese.
Per otto ore, l'edificio Wegil, nel centro storico della capitale italiana, ha ospitato con successo gli incontri d'affari tra 15 produttori guatemaltechi e più di 20 imprenditori italiani, provenienti da diverse regioni, interessati a conoscere i prodotti con potenziale di importazione, come avocado, caffè, cacao, cardamomo, piselli cinesi, ortaggi biologici, frutti di bosco, fragole, noci di macadamia, sesamo, spezie, frutti secchi, salse piccanti, miele, rum e olio di palma.
La dimostrazione culinaria è stata presentata dalla giornalista Marinellys Tremamunno, con la partecipazione degli chef Sergio Díaz, del Ristorante Sublime in Guatemala, e Bruno Brunori del ristorante Casa Brunori in Italia, che hanno mostrato le loro abilità spiegando come i sapori intensi guatemaltechi possono fondersi con i piatti della tradizione gastronomica italiana.
“A tavola con il Guatemala” è il risultato di uno sforzo logistico che nasce dalle azioni di diplomazia commerciale promosse da Minex, con l'obiettivo di posizionare il Guatemala sui mercati internazionali e favorire gli scambi commerciali. Gli incontri d'affari sono stati organizzati dall’Apci, Associazione Professionale di Cuochi Italiani.
È da evidenziare che l'evento ha avuto la presenza di una delegazione di alto livello del Governo del Guatemala, guidata dal Viceministro dello Sviluppo della Micro, Piccola e Media Impresa Sigfrido Lee, i Viceministri delle Relazioni Estere Shirley Aguilar e Atzum de Moscoso, e l'Ambasciatore del Guatemala in Italia Luis Fernando Carranza Cifuentes, già presidente del Comitato Esecutivo del Programma Alimentare Mondiale (WFP).
“A tavola con il Guatemala” è la dimostrazione che il coordinamento interistituzionale tra istituzioni pubbliche e private può produrre risultati ottimali. Un evento che è stato possibile infatti grazie al sostegno finanziario di Cementos Progreso, Ron Botrán, Banco Industrial, Anacafé, Grepalma, Gruppo Alimentari, Kultiva(Agrocumbre), Grupo Alza (Sasson e Cashitas), Coopermondo e il Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli ( CISP).
In Italia l’evento ha avuto il sostegno di vini San Carraro e della fabbrica di gelato artigianale Peó, oltre al sostegno istituzionale dell'Istituto Italo Latinoamericano (Iila) e dell'Accademia del Caffè Espresso. (aise)