Investire in Polonia: l’Ambasciatore Amati al webinar della CCIIP

VARSAVIA\ aise\ - “Nuovo supporto pubblico governativo: opportunità per gli investitori da considerare con attenzione”. Questo il titolo del webinar che si svolgerà giovedì prossimo, 29 aprile, ore 12.00, organizzato da Core e dal Centro Studi della Camera di Commercio e dell’Industria Italiana in Polonia, al quale parteciperà anche l’Ambasciatore italiano a Varsavia, Aldo Amati.
Oltre al diplomatico italiano parteciperanno anche il Direttore dell’Ufficio dell’ICE Varsavia, Antonino Mafodda, il Presidente della Camera di Commercio e dell’Industria italiana in Polonia, Piero Cannas, poi Donato Di Gilio, di Core, parlerà su “Dove sta andando la politica industriale in Polonia”, poi ancora “Strategia per il Lavoro e lo Sviluppo in relazione alla Politica Industriale Polacca”, con Carlo Paolicelli, Vice Comandante Generale del Servizio Nazionale del Lavoro del Ministero per lo Sviluppo, il Lavoro e l’Innovazione Tecnologica; e poi ancora “Benefici fiscali nel nuovo modello ZES”, con Marek Soszyński, Core; e infine “Nuovo supporto pubblico agli investimenti”, con Krzysztof Ptasiński, Core; e “Programmi europei in avvio 2021 e scenari 2021-2027”, con Stefano Moroncelli, Core.
Tutte le istituzioni internazionali confermano che l’economia polacca ha una notevole capacità di resilienza dovuta alla forte crescita degli anni passati grazie alle lungimiranti politiche macro-economiche che i governi hanno messo in campo per sostenerla. Ciò ha portato come conseguenza attuale alla sua tenuta sostanziale i cui principali indicatori macro-economici la fanno assurgere ad una delle economie più „in salute” anche in un tempo così devastante.
In quest’ottica la CCIIP vuole fare questo focus su due strumenti che ritiene di fondamentale importanza se si ha interesse a investire in Polonia, una breve overview sui fondi europei 2021-2017 nonché qualche parola su Recovery Fund polacco: 1. Le ZES con i bonus fiscali, strumento storico che data 1994 e che ha supportato in modo decisivo lo sviluppo e l’attrazione di FDI nel Paese, FDI che rappresentano un vero tesoro per questa economia e che la nuova normativa 2018 ha esteso ha tutto il territorio polacco aumentandone sensibilmente l’utilità. 2. Il Programma per il supporto agli investimenti di maggiore importanza per l’economia polacca 2011 - 2030 che sostiene con contributi a fondo perduto gli investimenti meritevoli per l’economia polacca con definiti livelli di investimento ed assunzione di personale. Questo programma è una “novità” a cui guardare se si ambisce ad ottenere contributi a fondo perduto dallo Stato polacco per il proprio investimento. Verranno presentati inoltre nuovi strumenti a valere sul personale e una panoramica sui fondi europei attualmente operativi e i nuovi in lancio nel nuovo programma 2021-2027. (aise)