ISTITUTO ITALIANO OBOR E CCI MONGOLIA INSIEME PER ESPANDERE IL PROPRIO RAGGIO D’AZIONE

ISTITUTO ITALIANO OBOR E CCI MONGOLIA INSIEME PER ESPANDERE IL PROPRIO RAGGIO D’AZIONE

ROMA\ aise\ - La Camera di Commercio Italo-Mongola da marzo 2020 opererà in seno all’Istituto Italiano One Belt One Road. L’annuncio si inserisce nel quadro di ampliamento delle attività e dei servizi della Camera, che espande così il proprio raggio d’azione su tutta l’area della Grande Mongolia e in particolare sulla regione cinese della Mongolia Interna.
L'Istituto Italiano One Belt One Road è il think tank di università, camere di commercio, associazioni ed esperti la cui mission è la promozione e la diffusione della conoscenza del programma di sviluppo economico "One Belt One Road", conosciuto in Europa anche come "Belt and Road Initiative" o "Nuova Via della Seta". Il programma copre oltre 70 Paesi nell’area eurasiatica tra cui l’Italia, che ha aderito ufficialmente al programma nel marzo 2019 dando l’abbrivio a un significativo numero di nuove opportunità di cooperazione economica tra i Paesi coinvolti.
L’annuncio arriva dal Presidente della Camera di Commercio Italo-Mongola e Presidente dell’Istituto Italiano OBOR, Michele De Gasperis, che dichiara: “La Camera di Commercio Italo-Mongola è in qualche modo tra i fondatori e gli ispiratori dell’Istituto Italiano One Belt One Road. Forti dei nostri 12 anni di esperienza nelle relazioni internazionali maturati in Mongolia, abbiamo fondato l’Istituto con l’obiettivo di fornire un servizio che coprisse anche quei territori coinvolti nel programma Belt and Road, di cui la Mongolia è stato uno dei primi Paesi aderenti”.
“Questo ampliamento dei servizi a disposizione dei nostri associati - aggiunge De Gasperis - conferma che l’Italia ha grandi interessi in tutta l’area della Grande Mongolia, territorio che ricade anche nella Repubblica Popolare Cinese e che presenta le medesime peculiarità economiche, commerciali e culturali. Il nostro obiettivo per il futuro sarà continuare a essere presenti nella Repubblica di Mongolia e nel contempo presidiare anche la provincia cinese della Mongolia Interna, territorio in grado di offrire un ambiente economico più solido, ampio e incentivante. E proprio per garantire alle imprese una presenza maggiore e più efficace su tutta quest’area, colgo l’occasione per annunciare la prossima apertura di un ufficio dell’Istituto Italiano One Belt One Road nella città di Hohhot, nella Mongolia Interna, in cui verranno convogliati i servizi in loco e le opportunità a disposizione nell’area per le aziende italiane. È già in programma, inoltre, una grande missione italo-mongola, che realizzeremo non appena le rispettive condizioni sanitarie ce lo consentiranno”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi