A Milazzo il Sea Mylae Yachting Festival

MILAZZO\ aise\ - Sarà Milazzo ad ospitare dal 2 al 5 giungo la prima edizione di Sea Mylae Yachting Festival, fiera internazionale a sostegno delle aree di business più rilevanti della blue economy.
Quattro giorni di business, incontri, conferenze, seminari e workshop cui parteciperanno i principali player internazionali del settore. Paese ospite di questa prima edizione sarà il Brasile.
Organizzata da ItalPlanet, con Comune di Milazzo, Camera di Commercio Messina e Agenzia ENIT, la prima edizione del Sea Mylae Yachting Festival intende confermare anche il prezioso ruolo del connubio della risorsa “mare e turismo” per il rilancio del tessuto produttivo locale.
La fiera accoglierà molti settori collegati all’economia del mare: portualità turistica e commerciale, logistica e trasporti, accessori per motori, impiantistica/allestimenti, produttori imbarcazioni/dealers, start-up innovative/itc, pesca, formazione, innovazione, turismo, editoria, musica, agroalimentare, artigianato, arte, cultura, valorizzazione delle produzioni di qualità, shipping, difesa e sicurezza.
“In un Paese con oltre 8mila chilometri di coste l’importanza del sistema mare è primario”, sottolinea Gaetano Esposito, direttore del Centro studi Guglielmo Tagliacarne. “A ulteriore conferma della vocazione marittima del nostro Paese, la filiera della blue economy ha un ruolo centrale nello sviluppo economico del Paese; tanto che, per averne un’idea, il suo valore diretto è superiore di una volta e mezzo quello dell’agricoltura. Senza contare che un importante contributo viene dal Mezzogiorno, che produce un terzo dell’intero valore nazionale dell’economia e in base alla classifica delle regioni con la maggiore incidenza del valore aggiunto prodotto dal comparto sull’economia italiana, la Sicilia con il 5,4% è al terzo posto della graduatoria”.
Paese ospite di questa prima edizione, come detto, sarà il Brasile, cioè il principale mercato del Sud America nel settore della nautica.
Presente in fiera una delegazione dello Stato di Santa Catarina guidata dall’associazione AcatMar con l’intendo di sviluppare future partnership italo-brasiliane, favorendo l’effettiva integrazione tra le imprese del settore nautico. (aise)