CASERTA E UZBEKISTAN PIÙ VICINE GRAZIE ALLA COOPERAZIONE ECONOMICA E CULTURALE

CASERTA E UZBEKISTAN PIÙ VICINE GRAZIE ALLA COOPERAZIONE ECONOMICA E CULTURALE

ROMA\ aise\ - Si è svolta in modo estremamente positivo la missione in Uzbekistan della delegazione casertana guidata dal Console onorario del Paese centroasiatico per la Campania e il Molise, l’avvocato Vittorio Giorgi. Hanno partecipato il Consigliere comunale Gianluca Iannucci, in rappresentanza del Sindaco di Caserta Carlo Marino, col membro del Nucleo di Valutazione Alfredo Forni, Jolanda Capriglione presidente Centro UNESCO di Caserta, Ida Gennarelli direttrice Area Archeologica dell’Antica Capua, Paolo Mascilli Migliorini direttore Palazzo Reale di Napoli, Barbara Parillo docente del Liceo Artistico Statale “San Leucio”, Silvestro Marino produttore cinematografico, Maria Petrone per l’omonima distilleria di famiglia e Miriam Amariglio esperta in organizzazione congressuale.
Situato al centro della “via della seta”, il paese vanta un importante PIL, con incrementi superiori all’8% annuo, una grande ricchezza di risorse minerarie, tra i quali oro, rame, uranio, carbone, immensi campi di cotone e investimenti per lo sviluppo del settore gas, agroalimentare, tessile e conciario. Un mercato che può raggiungere il potenziale di 300 milioni di consumatori.
Un paese al centro di interessi commerciali anche per eventuali aperture in Kazakistan e in tutto il Centro Asia.
Quello tessile è il settore che traina la collaborazione economica italo-uzbeka, seguito da interessi crescenti verso il settore della lavorazione della pelle e del cuoio. Esiste una progressiva crescita qualitativa raggiunta negli ultimi anni dalla produzione locale di articoli di abbigliamento, biancheria, pelletteria, ricerca agroindustriale e semilavorati. Tale crescita è in parte dovuta all’utilizzo di macchinari e know-how italiani. Le più grandi aziende uzbeke acquistano macchinari italiani.
Nel tentativo di rafforzare le cooperazione economica tra l’Uzbekistan e le imprese meridionali a Shakhrisabz, ai piedi dell’imponente Palazzo Ak-Saray il 27 settembre scorso, il Sindaco Tulkin Karimov, il Consigliere Comunale Gianluca Iannucci ed il Console onorario Vittorio Giorgi hanno firmato l’Accordo di Amicizia e Cooperazione tra le Città di Shakhrisabz e Caserta che aprirà una serie di attività bilaterali nei settori del turismo, della cultura, dell’economia e dello sport. Durante i lavori del recente seminario Italia-Uzbekistan svoltosi al dicastero dello Sviluppo economico a Roma, e ripreso dal Think Tank “Imprese del Sud”, il viceministro degli Investimenti e del Commercio estero dell’Uzbekistan, Bariddin Abidov ribadì: “L’Uzbekistan si muove verso i mercati internazionali e sta formando un clima favorevole per attirare investitori stranieri. Siamo in una nuova fase di sviluppo economico per il nostro paese in cui anche l’Italia può partecipare”. Opportunità importanti che pongono la Regione Campania al centro degli interessi turistici ed economici del mondo centroasiatico. (domenico letizia\aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi