L'ITALIA QUARTO PAESE FORNITORE DEL DISTRETTO FEDERALE DEGLI URALI

L

MOSCA\ aise\ - Nel periodo gennaio-agosto 2020, l'Italia si è posizionata al 4° posto per importazioni del Distretto Federale degli Urali. Lo rende noto l’Ufficio Ice di Mosca, sulla base dei dati diffusi dalle Dogane russe, secondo cui, in totale, l'interscambio commerciale del Distretto Federale degli Urali nei primi otto mesi dell’anno è ammontato a 23.941,2 milioni di dollari.
Le importazioni hanno raggiunto i 5 810,1 mln di dollari, mentre le esportazioni i 18 131,1 mln di dollari. Nella struttura delle importazioni il 44,9% è costituito da macchinari industriali, il 20,8% da prodotti in metallo e metalli, il 15,6% da prodotti minerali, il 10,1% da prodotti chimici, il 3,6% da prodotti alimentari, il 2,0% da abbigliamento e calzature.
In questo quadro, l'Italia si è posizionata al 4° posto, con il 5,3% di quota di mercato. I tre principali partner del distretto sono la Cina (21,3%), il Kazakistan (18,0%) e la Germania (15,1%). (aise) 

Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli