Sace Education: cresce l’offerta formativa con l’hub a sostegno delle imprese italiane

ROMA\ aise\ - Si chiama SACE Education l’hub formativo che offre alle imprese italiane un sostegno, innovativo e gratuito per ripensare le proprie strategie di gestione del rischio alla luce della situazione attuale, implementando approcci e modelli più rigorosi di analisi e conoscenza dei mercati e favorendo una maggiore cultura interna in materia sostenibilità e digitalizzazione. Con questo strumento SACE amplia e rafforza la sua mission a supporto della crescita del Sistema Paese attraverso l’accompagnamento a 360° rivolto non solo al mondo delle imprese e dei professionisti, ma anche alle future generazioni che sono chiamate a raccogliere le sfide attuali e disegnare un nuovo modo di fare impresa potendo contare su strumenti e soluzioni di carattere finanziario e assicurativo.
L’hub formativo – spiega Sace – si rafforza anche in risposta alle esigenze legate alla nuova operatività della società - oltre alla tradizionale attività di Export Credit Agency (ECA) nazionale - in virtù del mandato conferitole dal Governo con il Decreto Semplificazioni per la gestione delle Garanzie a supporto del Green New Deal e con il Decreto Liquidità le misure anti crisi dovute alla pandemia come Garanzia Italia.
SACE Education – spiega ancora SAce – è l’evoluzione di Education to Export, il programma che dal 2018 fornisce una formazione profilata e gratuita alle PMI e al mondo dei professionisti attraverso una piattaforma unica nel suo genere. Solo nel 2020 ha raggiunto più di 55mila utenti, oltre 200 ore di formazione erogate, più di 80 webinar realizzati e ben 8 progetti formativi avviati solo nell’ultimo anno: sono solo alcuni dei numeri che confermano il successo dell’iniziativa ormai giunta al suo terzo anno di attività.
Numerose le novità in cantiere che affiancano focus specifici di settore e Paese all’impianto di formazione assicurativo/finanziario di Sace Education: dagli Industry Edu-lab, laboratori di lavoro e di confronto tra imprese accomunate da affinità settoriali per discutere della ripartenza post pandemia alla seconda edizione del ciclo di webinar #RipartireSicuri, appuntamenti mensili rivolti al mondo delle imprese per approfondire le sfide dell’internazionalizzazione.
A questi si aggiungono l’Export Champion Program, programma progettato in partnership con LUISS per approfondire le opportunità per il Made in Italy nei Paesi del Golfo; la seconda edizione del programma Women in Export che quest’anno vedrà anche il lancio di borse di studio al femminile finanziate da SACE e la programmazione di percorsi formativi, erogati insieme a principali realtà universitarie, su tematiche e strumenti di carattere finanziario e assicurativo, prevedendo la possibilità per gli allievi di proseguire il percorso con un esperienza professionale/formativa all’interno di SACE.
“Per rispondere alle complessità del nuovo contesto economico e supportare in maniera efficace la ripartenza del nostro Paese – ha dichiarato Mariangela Siciliano, Responsabile SACE Education - abbiamo rafforzato la nostra offerta formativa sviluppandola lungo tre direttrici: accanto alla formazione all’export e all’internazionalizzazione, che rimane il pilastro della nostra value proposition, abbiamo sviluppato nuove progettualità per supportare la transizione green e digitale delle nostre imprese sia in Italia che all’estero e lo sviluppo infrastrutturale del nostro paese”.
“La terza grande novità di quest’anno è il lancio di Sace Academy, attorno a cui ruoterà la nostra formazione accademica, erogata in collaborazione con alcune delle principali università italiane e rivolta a neolaureati e giovani professionisti sulle cui competenze – ha concluso – si gioca oggi il futuro dell’Italia e la nostra competitività nel mondo”. (aise)