PATRIZIA PATERLINI-BRÉCHOT: L’ONCOLOGA ITALIANA CANDIDATA ALL’EUROPEAN INVENTOR AWARD 2019

PATRIZIA PATERLINI-BRÉCHOT: L’ONCOLOGA ITALIANA CANDIDATA ALL’EUROPEAN INVENTOR AWARD 2019

PARIGI\ aise\ - Tra i 15 finalisti della categoria ricerca per il premio “European Inventor Award 2019”, uno dei premi più prestigiosi per l’innovazione, c’è anche una scienziata italiana: l’oncologa Patrizia Paterlini Bréchot, docente di Biologia cellulare e molecolare all’università Descartes di Parigi e direttrice di un gruppo di ricerca dell’Inserm (Institut national de la santé et de la recherche medicale).
A darne notizia è il Consolato generale d’Italia a Parigi.
Pioniera nell’individuazione di tumori tramite test del sangue, Patrizia Paterlini ha sviluppato una tecnica rapida, non invasiva e altamente sensibile in grado di rilevare una singola cellula cancerogena molto prima che il tumore raggiunga una dimensione tale da essere “visibile” con Pet, Tac e risonanza magnetica, con largo anticipo rispetto alla normale diagnosi.
Il premio cui aspira l'inventrice italiana sarà consegnato a Vienna domani, 20 giugno.
La visione di Paterlini-Bréchot per il futuro è che il test brevettato ISET diventi routine e incorporato nei normali controlli, a beneficio del largo pubblico. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi