Il cordoglio dell’Abm per la scomparsa do Benedetto Fiori

BELLUNO\ aise\ - È venuto a mancare questa notte, improvvisamente, Benedetto Fiori. Figura di spicco della provincia di Belluno, sia a livello politico che culturale. Fiori infatti aveva coperto la carica di sindaco del Comune di Calalzo di Cadore, è stato presidente del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, insegnante e direttore del Coro Cadore. A darne notizia è l’Associazione Bellunesi nel Mondo con cui Fiori aveva uno speciale legame, avendo seguito una serie di progetti inerenti l’emigrazione bellunese in Brasile e, in particolar modo, a Nova Veneza. Progetti mirati allo sviluppo economico ed imprenditoriale.
“Siamo vicini alla famiglia di Benedetto - le parole di Oscar De Bona, presidente dell’Associazione Bellunesi nel Mondo - è stata una figura importante non solo per il Cadore, ma per tutta la provincia di Belluno. Ricordo la sua grande passione per il Brasile e per gli emigranti bellunesi presenti in terra brasiliana, oltre alla sua forte amicizia con l’ex ministro dell’economia Giulio Tremonti”.
E proprio a Nova Veneza, Fiori aveva tenuto una serie di incontri con il sindaco Rogério Frigo e il vice Sérgio Alberto Spilere con l’obiettivo di portare in questa città una nuova gondola veneziana. L’idea di Fiore era poi di realizzare un canale, come quelli di Venezia, per simboleggiare maggiormente il legame tra le due città.
“Grazie Benedetto per quello che hai fatto - conclude De Bona - sia per la tua terra, che per le comunità di bellunesi residenti all’estero”. (aise)