ITALIA-ETIOPIA: FIRMA DI CINQUE ACCORDI PER UN VALORE DI 28.7 MILIONI DI EURO

ITALIA-ETIOPIA: FIRMA DI CINQUE ACCORDI PER UN VALORE DI 28.7 MILIONI DI EURO

ADDIS ABEBA\ aise\ - Cinque accordi bilaterali di assistenza tecnica, finanziaria e per la creazione di posti di lavoro per un valore complessivo di 28,7 milioni di euro, sono stati firmati oggi ad Addis Abeba tra Italia ed Etiopia. Oltre che sull'occupazione, le intese sono focalizzate su sviluppo agroindustriale, sistema sanitario con particolare riferimento alla "componente di genere e nutrizione", gestione delle risorse naturali nelle città ed istruzione.
L'accordo più ingente, da 10,5 milioni di euro, riguarda la "creazione di posti di lavoro" e un altro analogo (10 milioni) è un "contributo italiano" al fondo per lo sviluppo sostenibile "Sdg Pf": insieme mirano ad arricchire il partenariato italo-etiopico in un’ottica di mutuo beneficio.
Gli interventi sono inseriti nel Quadro di cooperazione Italia-Etiopia 2017-2019 che ha un portafoglio di 125 milioni.
Le firme sono state apposte dall'ambasciatore d'Italia ad Addis Abeba, Arturo Luzzi, e dal viceministro delle Finanze e della cooperazione economica etiope, Admasu Nebebe, nel corso di una cerimonia cui ha partecipato anche Tiberio Chiari, capo dell'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (Aics).
Nel quadro degli accordi bilaterali sottoscritti, Italia ed Etiopia hanno firmato una intesa per un contributo italiano pari a 5 milioni di euro al progetto di riqualificazione urbana, il "Beautifying Sheger project". L'accordo riguarda il "Riverside Development Project", parte del più complessivo "Sheger", progetto sponsorizzato dal governo etiope e a cui il primo ministro Abiy annette grande rilevanza, che mira a riabilitare i fiumi e creare opere pubbliche nella capitale del grande Paese dell'Africa orientale.
Con tale contributo, l'Italia "vuole contribuire agli sforzi del governo etiope mirati a promuovere uno sviluppo pienamente sostenibile" con impatti positivi "sulla mitigazione" degli effetti "dei cambiamenti climatici" e sulla "promozione delle comunità locali".
Il contributo italiano al "Beautifying Sheger project" è un nuovo segno della lunga amicizia fra Italia ed Etiopia, aveva sottolineato il ministro degli Esteri etiope, Gedu Andargachew, la settimana scorsa in un incontro a Roma con il capo della Farnesina, Luigi Di Maio. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi