INTELLIGENZA ARTIFICIALE DELL’ESA PER L’IRAQ: IL TEAM WASDI VINCE LA UNOSAT CHALLENGE

INTELLIGENZA ARTIFICIALE DELL’ESA PER L’IRAQ: IL TEAM WASDI VINCE LA UNOSAT CHALLENGE

ROMA\ aise\ - Si è da poco conclusa la UNOSAT Challenge, prestigioso concorso lanciato da Phi-Unet (ESA) per UNOSAT (Nazioni Unite) in collaborazione con ESA, UNOSAT, RUS COPERNICUS, e con il supporto tecnico del CERN openlab. Il progetto vincitore, il team Wasdi, servirà a una causa umanitaria: sostenere il governo iracheno nel censimento del 2020 per pianificare attività di sviluppo e ricostruzione.
Phi-Unet è un progetto internazionale ESA gestito da quattro società partner (Terranis FR, WeBizz, Cymoon e Gmatics) con la mission di promuovere lo sviluppo di soluzioni di intelligenza artificiale per un uso più efficace dei dati di osservazione della terra (EO) per finalità umanitarie, economiche e societarie.
Lo scopo della UNOSAT CHALLENGE, lanciata ad ottobre, era quello di sviluppare una soluzione AI4EO (intelligenza artificiale per l'osservazione della terra) per una causa umanitaria: sostenere il governo iracheno nella pianificazione di attività di sviluppo e ricostruzione dell'Iraq.
71 squadre qualificate di candidati (aziende/startup e studenti) hanno aderito al concorso che si è svolto in due fasi, Fase 1 e Fase 2.
Nella Fase 1, ai candidati è stato chiesto di creare un modello di intelligenza artificiale per identificare le aree urbane in alcuni territori iracheni, lavorando sui dati forniti dall'ESA e dall'Agenzia spaziale tedesca (DLR).
La selezione dei migliori progetti della Fase 1 è stata effettuata attraverso un innovativo sistema di intelligenza artificiale sviluppato dal team di Phi-Unet per la valutazione automatica dei progetti insieme al parere tecnico di una giuria di 21 esperti provenienti dalle prestigiose organizzazioni partner.
Sono state così selezionate 5 squadre che hanno proseguito nella seconda fase (Fase 2) della competizione.
Questi cinque team hanno avuto l'opportunità unica non solo di vincere un premio in denaro, ma anche di lavorare su materiale VHR (Very High Resolution) fornito direttamente da UNOSAT con il supporto tecnico del CERN openlab per costruire un modello di intelligenza artificiale in grado di estrarre automaticamente le impronte degli edifici in Iraq.
Il team UNOSAT e il team Phi-Unet sono ora felici di annunciare che la sfida UNOSAT è stata vinta dal team Wasdi. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi