Kaputt: alla GAM di Torino la presentazione del progetto di Luca Bertolo vincitore di Cantica 21

TORINO\ aise\ - Nel pomeriggio di domani, giovedì 19 maggio, alle ore 18:30, l’Arena Paolini della GAM Torino ospiterà la conferenza di presentazione del progetto “Kaputt” di Luca Bertolo, vincitore dell'avviso pubblico Cantica 21 Italian Contemporary Art Everywhere, Sezione Over 35.
Interverranno insieme all’artista Luca Bertolo, la filosofa Lucrezia Ercoli, autrice del saggio Philosophe Malgrè Soi. Curzio Malaparte e il suo doppio (Edilet, Roma 2011), ed Elena Volpato, conservatrice della GAM.
L’incontro è organizzato in occasione dell’ingresso nelle collezioni del museo dell’opera video di Bertolo “Kaputt”, che prende spunto dall’omonimo romanzo di Curzio Malaparte, pubblicato nel 1944, e restituisce una narrazione cruda e visionaria di luoghi e situazioni incontrati dall’autore in giro per l’Europa durante le Seconda Guerra Mondiale, una narrazione che, in questi giorni segnati dal conflitto in Ucraina, suona inaspettatamente consonante con il nostro presente. A differenza dell’esuberante varietà di aneddoti personaggi e immagini contenuti nel romanzo, la dimensione figurativa e narrativa della video animazione è ridotta ai minimi termini, al limite dell’astrazione: macchie blu scuro si formano e si dileguano sulle pagine di un libro; ogni tanto compaiono un paio di occhietti che sembrano vagare in un luogo oscuro. La fisicità del libro – il numero di pagine, il loro formato, la grana della carta e la presenza dell’inchiostro tipografico - costituisce al tempo stesso l’innesco, il supporto e il limite entro cui prende corpo lo spartito visivo. La traccia audio è composta da una breve registrazione originale in presa diretta di una battaglia della Seconda Guerra Mondiale a cui succede un’improvvisazione alla batteria di un giovane musicista, Andrea Pecchia.
In occasione della presentazione alla GAM, Luca Bertolo e Lucrezia Ercoli si confronteranno sul pensiero di Curzio Malaparte, attraverso le sue pagine letterarie, e su come l’opera di Bertolo abbia trasposto in suggestioni visive e sonore l’intreccio sinestetico della sua scrittura.
La video animazione Kaputt di Luca Bertolo resterà in visione negli spazi della Sala 1 della GAM per 4 giorni: da giovedì 19 alla domenica 22 maggio, secondo gli orari di apertura del museo.
Luca Bertolo (1968, Milano) frequenta dal 1987 al 1992 il corso di laurea in Scienze dell’Informazione all’Università Statale di Milano dove comincia a scrivere una tesi di logica matematica. Nel frattempo segue corsi d’arte e lavora come illustratore. Dopo un soggiorno a Londra torna in Italia e nel 1998 si diploma all’Accademia di Belle Arti di Brera. Nello stesso anno si trasferisce a Berlino, dove risiede fino al 2005. L’artista vive e lavora in un piccolo borgo in Toscana. Tra le mostre personali si segnalano: Why Write? Why Paint?, SpazioA, Pistoia, 2019-2020; Luca Bertolo, MART, Rovereto, 2018-2019; Se non qui dove (If not Here, Where?), organizzata da MAN, Gavoi, Ex Caserma, Nuoro, 2017; Everybody is always right, Arcade, Londra, 2017; If Anything, Marc Foxx Gallery, Los Angeles, 2016; A Painting Cycle, Nomas Foundation, Roma, 2012. Tra le mostre collettive si segnalano: Sul principio di contraddizione, GAM, Torino, 2021; Le realtà ordinarie, Palazzo de’ Toschi, Bologna, 2020; Recto Verso, Fondazione Prada, Milano, 2015-2016; Souvenir, Galerie Perrotin, Parigi, 2013; Fig. 2: Natura Morta, GNAM, Roma, 2013; The Library of Babel/ In and Out of Place, 176 / Zabludowicz Collection, Londra, 2010.
Cantica 21 Italian Contemporary Art Everywhere è una iniziativa promossa dalla Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura. (aise)