CORONAVIRUS/ UNGARO (IV): SERVONO STRUMENTI FISCALI PER CONTRASTARE LA CRISI

CORONAVIRUS/ UNGARO (IV): SERVONO STRUMENTI FISCALI PER CONTRASTARE LA CRISI

ROMA\ aise\ - “L’accordo sulla sospensione delle regole del Patto di Stabilità proposta oggi all’ECOFIN dalla Commissione Europea è una buona notizia e una reale presa di coscienza dell’emergenza sanitaria per il COVID19 che interessa l’Italia e tutto il continente europeo”. Ad affermarlo è Massimo Ungaro, deputato di Italia Viva eletto in Europa.
“Questo - continua l’eletto all’estero - permetterà all'Italia di assorbire i costi della crisi nel pieno rispetto delle regole. Dopo l'emergenza avremo bisogno di un forte senso di responsabilità per impedire che il debito aggiuntivo che andiamo a contrarre oggi diventi un fardello eccessivo sulle spalle delle generazioni future. E bisogna fare di più, con nuovi strumenti di tipo fiscale per contrastare la crisi; una crisi che colpisce tutti i paesi membri dell'Unione”.
Secondo Ungaro, infatti, in Europa “occorre emettere degli eurobonds congiuntamente o come minimo dei Covid-bonds perché la sola leva monetaria non basta. Servono delle linee di credito speciali del MES per tutti i paesi membri senza condizionalità sul modello delle linee di credito flessibili del FMI per evitare l'effetto stigma e quindi dinamiche pro-cicliche”.
Il deputato conclude con la speranza che “l'Eurogruppo di domani saprà deliberare in questa direzione, ne va del futuro dell'Eurozona e dell'Unione”. (aise) 

Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli