REFERENDUM/ SIRAGUSA (M5S): CGIE E COMITES SIANO IMPARZIALI/ LA DEPUTATA INTERROGA DI MAIO

REFERENDUM/ SIRAGUSA (M5S): CGIE E COMITES SIANO IMPARZIALI/ LA DEPUTATA INTERROGA DI MAIO

ROMA\ aise\ - “Ho assistito negli ultimi giorni a una mobilitazione del Consiglio generale degli italiani all’estero (CGIE), a mio parere gravissima, contro la riforma del taglio dei parlamentari, sulla quale come è noto è stato indetto un referendum confermativo”. Così Elisa Siragusa, deputata del Movimento 5 Stelle – promotore della riforma costituzionale che taglia il numero dei parlamentari – riferendosi alla nota con cui il Consiglio generale, il 4 febbraio scorso, “ha invitato gli italiani all’estero a votare no in occasione del referendum, chiedendo ai nostri connazionali, alle associazioni e ai Comites di impegnarsi nella campagna referendaria”.
Su questo, Siragusa ha presentato una interrogazione in Commissione Affari esteri “per chiedere al Ministro Di Maio se tale iniziativa fosse il frutto di una decisione condivisa, avvenuta nell’ultima assemblea plenaria del CGIE e se non la ritenga estranea al ruolo del CGIE ed, eventualmente, a quello dei Comites. Ho inoltre chiesto al Ministro quali iniziative intenda assumere al riguardo”.
“Auditi in Parlamento sul taglio dei parlamentari, i rappresentanti del CGIE hanno espresso legittimamente un parere contrario alla riforma, nel pieno delle proprie prerogative consultive”, ricorda Siragusa. “Tuttavia, ritengo sia scorretto da parte del Consiglio diffondere nota stampa sul tema, con l’intento di interferire nella campagna referendaria. I Comites e il CGIE non possono e non devono essere organi politici, a servizio di un partito o di un altro e devono mantenere una posizione di imparzialità a tutela di tutti i cittadini”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi